Mercoledi 7 Dicembre

Cessione Milan, ci siamo: summit ad Arcore tra Berlusconi ed i cinesi

Foto Andreoli Emilio - LaPresse

Cessione Milan che sembra avvicinarsi sempre più con il passare delle ore: a breve previsto un summit ad Arcore tra Silvio Berlusconi ed i rappresentanti della cordata di Pechino

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Cessione Milan, nuovi passi in avanti – La tanto attesa (specialmente dai tifosi) svolta orientale del Milan non è mai stata così vicina. Il consorzio cinese composto da almeno 5-6 colossi orientali, tra i quali l’Evergrande che vede tra i suoi soci il ricchissimo proprietario di Alibaba Jack Ma, è sempre più vicino ad ottenere il sì alla trattativa in esclusiva (destinata a durare massimo 40 giorni) da parte di Silvio Berlusconi. Oltre a Fininvest, infatti, anche i figli (compresa Barbara) hanno consigliato il padre di cedere il club, ma l’attuale presidente rossonero vuole essere certo di lasciare la sua ‘creatura’ come da lui stesso definita in mani solide e sicure.

Andrea Raso

Andrea Raso

Cessione Milan, summit ad Arcore – Che il sì fosse vicino lo aveva rivelato stamane ‘La Repubblica’, svelando un indizio decisivo: il club, infatti, ha cancellato l’incontro con l’UEFA previsto per il prossimo martedì a Nyon in cui si sarebbe dovuto discutere del piano quadriennale industriale per evitare sanzioni nei prossimi anni in merito al Fair Play Finanziario. Ma secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, i tempi potrebbero essere davvero brevi: nelle prossime ore, al massimo domani, Berlusconi incontrerà ad Arcore alcuni rappresentati del consorzio cinese (advisor dell’operazione Sal Galatioto): obiettivo quello di sapere i nomi che compongono la cordata facente capo a Pechino. Dopo di che, salvo impresti (si tratta pur sempre di un affare da 730 milioni di euro), arriverà da Berlusconi la concessione alla trattativa in esclusiva con il consorzio cinese.