Mercoledi 7 Dicembre

Cessione Milan, Berlusconi: “oggi possibile svolta cinese. Ecco i miei errori in questi anni”

LaPresse/Piero Cruciatti

Cessione Milan che oggi potrebbe vivere una giornata davvero decisiva: a confermarlo è il Presidente rossonero Silvio Berlusconi

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Cessione Milan, bivio Berlusconi – Cessione Milan che oggi potrebbe vivere il giorno della svolta: dentro o fuori. Bivio cinese al quale Silvio Berlusconi dovrà dare un’indicazione precisa: procedere verso il closing o alzarsi dal tavolo della trattativa senza pagare nessuna penale: “sono preoccupato che la negoziazione vada troppo per le lunghe. Ci sono diverse grandi società cinesi che hanno manifestato l’intenzione di partecipare alla proprietà del Milan. Hanno un fatturato grandissimo e anche delle partecipazioni statali, sono loro che si stanno confrontando per vedere quale percentuale attribuirsi. Serve la sicurezza che questi signori vogliano fare del Milan una gigante del calcio mondiale. Oggi ci potrebbe essere un vertice decisivo per la svolta”, le parole rilasciate dal Presidente rossonero a Radio Radio.

LaPresse/Omar Abd el Naser

LaPresse/Omar Abd el Naser

Cessione Milan, bivio Berlusconi – Berlusconi fa poi mea culpa per il momento difficile che sta attraversando la squadra ormai da diversi anni: “cosa non ha funzionato di recente? Non credo sia solo colpa degli allenatori, negli ultimi quattro anni io ho perso molta serenità perché sono stato attaccato in maniera durissima da una serie di processi: parliamo di 73 processi e ho passato interi pomeriggi con i miei avvocati per le oltre tremila udienze. Certamente negli ultimi tempi non sono potuto stare vicino al Milan, forse è mancato lo stimolo del rapporto diretto che sapevo instaurare con i calciatori. Credo che ci sia stata da parte mia la mancanza della possibilità di stare vicino alla squadra. Io grazie al Milan sono il presidente di club che ha vinto di più nella storia del calcio”.