Domenica 4 Dicembre

Bugiardi, affamati e appassionati: Italia, popolo di calcio! Lo dicono i numeri…

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Avete mai inventato una scusa per vedere una partita di calcio in tv? Il 45% degli italiani lo fa. E poi cibi, abitudini, usi e costumi di una passione per il calcio che non teme confronti

Gian Mattia D'Alberto

Gian Mattia D’Alberto

Il calcio è una passione che unisce l’Europa: davanti a questo sport i singoli paesi europei, all’apparenza così diversi per storia e cultura, si ritrovano accomunati dalle abitudini, dai riti, dalle modalità di esultare e dai cibi consumati durante le partite di calcio. Lo conferma una recente ricerca condotta dall’Istituto YouGov per Pringles, su un campione di 7.000 adulti provenienti da 5 Paesi Europei: Italia, Spagna, Germania, Francia ed Regno Unito. Gli italiani risultano i più appassionati di calcio d’Europa con il 71% che si dichiara interessato a Uefa Euro 2016, seguiti dagli spagnoli (64%), dai tedeschi (61%), dai francesi (45%) ed infine dagli inglesi (40%). Il 66% dei tifosi europei non ha bisogno di alcuna scusa per poter guardare la partita della propria squadra.

small_110606-180540_to030409spo_0196I tifosi italiani (45%) sono forse i più bugiardi con il 22% che ammette di aver inventato malori e il 12% che sostiene di avere preso presunti appuntamenti per essere liberi di guardare una partita. I modi di festeggiare la vincita di una partita o di un campionato sono simili per tutti i tifosi europei: il 26% scenderebbe in strada per festeggiare tutta la notte se la propria squadra vincesse Euro 2016 e 1 tifoso su 10 (12%) dichiara di commuoversi fino alle lacrime. I tifosi europei si ritrovano accomunati anche a livello di rivalità. La Germania è la squadra che tutti vorrebbero affrontare (26%), mentre la Spagna è quella per cui tutti simpatizzerebbero (11%), in caso di eliminazione della propria squadra del cuore durante una grande competizione calcistica.