Sabato 3 Dicembre

Boxe: Rondena, Paraschiveanu e Prodan al Teatro Principe di Milano

ph Fabio Bozzani/

Matteo Rondena, Catalin Paraschiveanu e Maxim Prodan tornano sul ring sabato prossimo al teatro Principe

Molto ricco il sottoclou del campionato italiano dei pesi superleggeri fra Renato De Donato e Luciano Randazzo, che avrà luogo sabato 14 maggio al teatro Principe di Milano: torneranno in azione il peso medio Catalin Paraschiveanu (11-0), il peso massimo leggero Matteo Rondena (4-2), i pesi welter Maxim Prodan (5-0) e Lilian Vataman (0-1). Si tratta di pugili conosciuti dagli appassionati di pugilato milanesi, per aver calcato diverse volte il ring del teatro sito in Viale Bligny 52.

ph Fabio Bozzani

ph Fabio Bozzani

Dopo aver svolto attività dilettantistica ad alto livello in Romania, Catalin Paraschiveanu ha debuttato in una manifestazione organizzata da Alessandro Cherchi allo Spazio Abbadesse di Milano (nel febbraio 2014). In seguito, ha combattuto in sei occasioni al Principe. “Crediamo molto in Catalin – spiega il presidente della Principe Boxing Events Alessandro Cherchi – ed infatti si allena alla Opi Gym con mio zio Franco e lo proponiamo con grande frequenza nelle nostre manifestazioni. Catalin ha sostenuto cinque incontri nel 2014 e cinque nel 2015. Quello del 14 maggio, sarà il secondo del 2016. Si tratta della rivincita con l’ungherese Jozsef Racz, battuto ai punti da Catalin il 19 marzo scorso (dopo sei riprese). Racz ha ben figurato e si è meritato la possibilità di una nuova sfida, questa volta sulle 8 riprese.

ph Fabio Bozzani/

ph Fabio Bozzani/

Il peso massimo leggero Matteo Rondena ha sostenuto tutti gli incontri al teatro Principe. Dopo quattro vittorie consecutive, ha perso per ferita al quarto round contro Marko Martinjak (“Se non mi avessero fermato, lo avrei buttato giù in quella ripresa o nella successiva” commentò Rondena) e poi ha subìto una sconfitta per knock out al quinto round contro il bosniaco Marko Colic (un peso massimo naturale). Sabato 14 maggio, Matteo Rondena affronterà Attila Szatmari sulle quattro riprese.

foto di Maxim ProdanL’imbattuto peso welter Maxim Prodan sfiderà il più esperto Jozsef Gerebecz (23 incontri al suo attivo, 7 vinti, 14 persi e 2 pareggiati) sulla distanza delle sei riprese. L’ungherese ha già calcato i quadrati italiani e rappresenta un buon test per Maxim (che ha sempre vinto prima del limite). Infine, un altro pugile che si allena alla Opi Gym: il peso welter Lilian Vataman. Affronterà Marco Battaglia (1-1) sui quattro round. Di alto livello anche il sottoclou del campionato italiano di kickboxing-stile K-1 tra Manuel Alberti ed Osvaldo Gagliardi: Angelo Mirno sfiderà il rumeno Dennis Anghel sulla distanza delle 3 riprese da 3 minuti. Angelo Mirno è un pugile dilettante con record di 9 vittorie, 3 sconfitte e 1 pari. “Mirno e Anghel sono due picchiatori – spiega Angelo Valente della Kick and Punch Promotion – ed è probabile che il match finisca prima del limite. Dennis Anghel è campione del mondo della WKU, in Romania lo chiamano The King. Ho mandato Angelo Mirno alla Opi Gym per farlo allenare con Franco Cherchi e quest’ultimo lo ha giudicato positivamente. Mirno potrebbe debuttare come pugile professionista.” Inoltre, Victor Dejmari contro Ayub Abdel Kader sempre sulle 3 riprese. Kader è famoso per i suoi spettacolari calci, mentre Dejmari è allenato da una leggenda della kickboxing italiana: Franz Haller. Per questo, siamo sicuri che la sfida entusiasmerà il pubblico milanese. Alla manifestazione sarà presente Rai Sport 1 che trasmetterà in diretta alle 22.45 la sfida tra Renato De Donato e Luciano Randazzo con il commento di Davide Novelli e Nino Benvenuti. Rai Sport 1 è visibile sul canale 57 del digitale terrestre. I biglietti costano 35 Euro (parterre) e 28 Euro (balconata). Sono in vendita, a Milano, presso la Opi Gym (Corso di Porta Romana 116/A, telefono 02-89454029). “I biglietti della prevendita sono esauriti – commenta Alessandro Cherchi – ma ne abbiamo tenuti qualche decina che venderemo alla cassa del teatro Principe la sera della manifestazione.”