Venerdi 9 Dicembre

Xavi apre il cassetto dei suoi sogni: “vorrei allenare il Barcellona, lì è casa mia”

LaPresse/Reuters

L’ex centrocampista blaugrana svela il suo obiettivo principale che è quello di allenare un domani il Barcellona

Voglio allenare il Barcellona, non lo nascondo. E’ il mio principale obiettivo“. Xavi Hernandez, che la scorsa estate ha messo fine alla lunga militanza blaugrana per andare a giocare con l’Al Sadd in Qatar, confessa di vedersi in futuro su una panchina, possibilmente quella del club “che considero casa mia” racconta in un’intervista a ‘FourFourTwo’.

Lapresse/Xinhua

Lapresse/Xinhua

Non ho dubbi sul fatto che voglio continuare a essere legato al mondo del calcio ma stando vicino al campo. Odierei il dover stare chiuso in ufficio“. Nessun futuro da dirigente, insomma, ma solo da allenatore e di successo. Perchè “faccio le cose per bene, altrimenti meglio non farle“. Il calcio è una parte fondamentale della vita di Xavi, “anche quando ho 10 minuti liberi, ‘bang’, afferro il telecomando per vedere una partita. Mia moglie lo sa e detesta il calcio che però per me resta ancora un hobby, è questo il segreto. Se non dovessi allenarmi ogni giorno, farei delle partitelle cinque contro cinque con i miei compagni di squadra“. Per quanto riguarda la sua esperienza in Qatar, “l’Al Sadd pratica un calcio fatto di possesso, tocco il pallone più di 100 volte a partita e anche se tatticamente non e’ ancora molto sviluppato, qui si gioca un campionato con un’ottima preparazione atletica”. (ITALPRESS).