Sabato 3 Dicembre

Vela: bene gli azzurri nella prima gioranta di Coppa del Mondo ISAF delle classi olimpiche

Jesus Renedo/SailingEnergy/WorldSailing

Vento molto forte, con punte di oltre 30 nodi nel pomeriggio, e spettacolo eccezionale a Hyeres nella prima giornata della Coppa del Mondo ISAF delle classi olimpiche

Giornata ad altissimo tasso di spettacolarità a Hyeres, nel Sud della Francia, dove oggi sono iniziate le regate della prima tappa europea della Coppa del Mondo ISAF delle classi Olimpiche: la celebre baia che ospita da ormai 48 anni l’appuntamento più importante del circuito internazionale della vela Olimpica, non ha tradito la sua “fama”, regalando fin da subito condizioni eccezionali ai 574 velisti – i migliori al mondo, in rappresentanza di ben 47 Nazioni – in regata fino a domenica nel piccolo ma rinomato comune della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

 Jesus Renedo/SailingEnergy/WorldSailing

Jesus Renedo/SailingEnergy/WorldSailing

Tanto vento – il famoso Mistral che dai 15-20 nodi della mattina è arrivato a superare i 30 nel corso della giornata – aria tersa e un sole abbagliante sono stati lo scenario idilliaco di questa prima giornata di regate, in cui però non tutte le classi sono riuscite a concludere le regate in programma, visto che nel primo pomeriggio i Comitati di Regata sono stati costretti a rimandare a terra gli equipaggi ancora in acqua a causa di un eccessivo rinforzo del vento. Discorso diverso invece per gli equipaggi femminili del doppio acrobatico 49er FX, che a causa del vento forte non sono nemmeno scesi in acqua, rimandando a domani l’esordio in questa tappa di Hyeres della Coppa del Mondo delle classi olimpiche.
A fine giornata, i Laser Standard (singolo maschile), Laser Radial (singolo femminile), Finn (singolo per equipaggi pesanti) e 470 (doppio sia maschile che femminile) hanno portato a termine due prove, le tavole a vela RS:X (maschile e femminile) e il doppio acrobatico maschile 49er ne hanno disputate tre, mentre si sono fermati ad una sola prova il catamarano per equipaggi misti Nacra 17 e le due classi paralimpiche dei Sonar e dei 2.4 mR. Regate molto tecniche e selettive, un test davvero importante sia per gli equipaggi già individuati per i Giochi di Rio de Janeiro, sia per quelli che proprio a Hyeres sono alle prese con le selezioni nazionali.

Pedro Martinez/SailingEnergy/WorldSailing

Pedro Martinez/SailingEnergy/WorldSailing

Per quanto riguarda i risultati degli azzurri, buono l’esordio per Silvia Zennaro nel Radial, settima con due ottimi piazzamenti in top ten (9-8), di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, sesti nell’unica, epica prova chiusa nella buriana dai Nacra 17 (con mezza flotta DNF), e di Simon Sivitz Kosuta e Jas Farneti, settimi nel 470 maschile (9-10). Buona anche la prima giornata di Flavia Tartaglini, che dopo essersi ritirata nella prima prova per un problema tecnico, ha chiuso al secondo e al decimo posto le successive, risultati che valgono il settimo posto nella classifica generale provvisoria, e davvero eccezionale invece l’esordio di Antonio Squizzato, secondo nell’unica regata disputata dalla classe paralimpica dei 2.4 mR
In acqua oggi anche una troupe della trasmissione di RAI Uno Linea Blu, che per l’occasione ha realizzato un servizio esclusivo sulla Squadra Italiana di vela che andrà in onda nelle prossime settimane.
La Coppa del Mondo delle classi olimpiche di Hyeres prosegue domani con un’altra giornata di regate, in cui si cercherà anche di recuperare le prove perse oggi. Le previsioni, in proposito, danno il vento in forte calo, quindi il programma dovrebbe svolgersi alla perfezione.

Catamarano per equipaggi misti Nacra 17
1.Vaireaux-Audinet (FRA, 1); 2.Echavarri-Pacheco (ESP, 2); 3.Jones-Saunders (NZL, 3); 6.Bissaro-Sicouri (6); 15.Porro-Marimom (34); 15.Ugolini-Giubi¬¬lei (34); 15.Trambaiolo-Guardigli (34); 15.Bressani-Banti (34).
Doppio acrobatico 49er
1.Burling-Tuke (NZL, 4 punti); 2.Phillips-Phillips (AUS, 5); 3.Pink-Bithell (GBR, 7); 16.Tita-Zucchetti (26); 23.Dubbini-Dubbini (37); 33.Cherin-Tesei (57); 36.Crivelli Visconti-Togni (60).
Doppio 470 M
1.Belcher-Ryan (AUS, 3 punti); 2.Patience-Grube (GBR, 6); 3.Fantela-Marenic (CRO, 7); 7.Sivitz Kosuta-Farneti (19); 19.Capurro-Puppo (42); 21.Ferrari-Calabrò (43); 30.Savoini-Savoini (54).
Doppio 470 F
1.Aleh-Powrie (NZL, 3 punti); 2.Skrzypulec-Gliszczynska (POL, 7); 3.Oliveira-Barbachan (BRA, 8); 13.Paternoster-Caruso (30); 19.Berta-Carraro (40); 28.Caputo-Sinno (52); 32.Di Salle-Dubbini (58).
Singolo per equipaggi pesanti Finn
1.Josh Junior (NZL, 5 punti); 2.Caleb Paine (USA, 7); 3.Oliver Tweddell (AUS, 10); 17.Giorgio Poggi (32); 18.Enrico Voltolini (35); 27.Simone Ferrarese (56).
Singolo maschile Laser Standard
1.Philipp Buhl (GER, 7 punti); 2.Matthew Wearn (AUS, 8); 3.Jean Baptiste Bernaz (FRA, 10); 31.Francesco Marrai (61).
Singolo femminile Laser Radial
1.Evi Van Acker (BEL, 5); 2.Veronica Fenclova (CZE, 6); 3.Alison Young (GBR, 8); 7.Silvia Zennaro (17); 24.Joyce Floridia (42).
Tavola a vela RS:X M
1.Pawel Tarnowski (POL, 2); 2.Joao Rodrigues (POR, 6); 3.Thomas Goyard (FRA, 8); 23.Mattia Camboni (37); 26.Daniele Benedetti (40).
Tavola a vela RS:X F
1.Helene Noesmoen (FRA, 2); 2.Maja Dziarnowska (POL, 3); 3.Zofia Noceti-Klepacka (POL, 5); 7.Flavia Tartaglini (12); 16.Marta Maggetti (25); 29.Laura Linares (43); 31.Veronica Fanciulli (52).
Singolo paralimpico 2.4 mR
1.Matthew Bugg (AUS, 1); 2.Antonio Squizzato (2); 3.Bjornar Erikstad (SWE, 3); (GER, 5); 2.Helena Lucas (GBR, 5); 3.Damien Seguin (FRA, 7).
Barca a chiglia paralimpica Sonar
1.Stodel-Robertson-Thomas (GBR, 1); 2.Jourdren-Flageul-Vicary (FRA, 2); 3.Twomey-O’Carroll-Costelloe (IRL, 3).