Domenica 4 Dicembre

Un tris che vale il terzo posto, il Pescara stende l’Avellino e sogna in grande

LaPresse/Gerardo Cafaro

Caprari sblocca il punteggio nel primo tempo, nella ripresa Castaldo pareggia prima dell’uno-due definitivo firmato Lapadula e Mitrita

Il Pescara espugna il Partenio-Lombardi, battendo 3-1 l’Avellino nell’anticipo della 35a giornata di Serie B. Un successo importante per gli adriatici di Massimo Oddo che, grazie ai tre punti conquistati, per una notte si issa al terzo posto solitario a quota 55 punti, in attesa dei match di domani. L’Avellino di Marcolin, invece, resta al dodicesimo posto con 44.

LaPresse/Gerardo Cafaro

LaPresse/Gerardo Cafaro

Al 10′ biancoverdi pericolosi con Mokulu che di testa mette di poco a lato, su uno spiovente di Pisano. Al 24′ e’ il Pescara a rendersi pericoloso con Memushaj, lesto ad intervenire sulla ribattuta di Arini, ma Frattali non si fa sorprendere. Sul cambio di campo Mokulu colpisce di testa ma Insigne in area non riesce ad intervenire per un nulla. Al 34′ il Pescara passa in vantaggio. Lancio di Lapadula per Caprari che entra in area e con un destro a girare infila Frattali. Al 38′ azione Memushaj-Lapadula e palla per Caprari che a tu per tu con Frattali non sbaglia, ma questa volta e’ in fuorigioco. Al 46′ Insigne si invola sulla destra e serve al centro per Castaldo, ma Aresti in qualche modo riesce a togliergli la palla dai piedi. Al 5′ della ripresa il pareggio dell’Avellino.

LaPresse/Gerardo Cafaro

LaPresse/Gerardo Cafaro

Scambio Insigne-Castaldo con il tiro dal limite di quest’ultimo che batte Aresti. Due minuti piu’ tardi Mokulu prova la deviazione in gol di tacco e per poco non centra il bersaglio. Dal possibile vantaggio per i padroni di casa a quello del Pescara. Memushaj pesca Lapadula in area che di testa batte Frattali. Irpini vicino al pareggio prima con D’Angelo e poi con il solito Mokulu. Ma sono ancora gli adriatici a trovare il gol alla mezzora com Mitrita, lesto a ribadire in rete sulla respinta di Frattali sul tiro di Verre. (ITALPRESS).