Venerdi 9 Dicembre

Tennis, Pietrangeli sul caso Giorgi: “rifiuti la maglia azzurra? sei squalificato come persona”

Alfredo Falcone/ LaPresse

Nicola Pietrangeli ha espresso la sua opinione in merito al caso Giorgi, prendendo le difese della Federazione

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Nonostante la vittoria di ieri pomeriggio nei quarti del Katowice Open, la polemica nei confrontti di Camila Giorgi a causa del conflitto con la Federazione italiana di tennis non si placa. Nicola Pietrangeli, ex capitano di Davis, ai microfoni di Rai Sport, ha chiarito la sua opinione personale sul caso Giorgi: “nel momento in cui rifiuti la maglia azzurra secondo me sei squalificato come persona, ha sbagliato lei e ha sbagliato suo padre. Spassionatamente dico a Sergio Giorgi di venire in federazione e ammettere di aver fatto una stupidaggine. La Giorgi in federazione serve, ma serve molto di più la federazione alla Giorgi“.

Pietrangeli, ha poi espresso tutta la sua gratitudine nell’avere uno stadio al Foro Italico a lui intitolato: “la legge italiana impone che per intitolare qualche monumento, strada o piazza devi essere morto, per cui sono l’unico vivo che ha uno stadio di tennis in Italia, facendo gli scongiuri del caso. Non posso che essere grato al presidente Angelo Binaghi e a Gianni Petrucci, allora presidente del Coni per questo grande regalo che hanno deciso di farmi, in una struttura che è anche monumento nazionale”.