Martedi 6 Dicembre

Tennis – Doping, Murray attacca: “sospetti fra i colleghi? Se c’è chi gioca 6 ore di fila…”

LaPresse/PA

Andy Murray parla di possibili casi di doping fra colleghi e si dice sorpreso che ci siano tennisti capaci di giocare 6 ore di fila senza stancarsi

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Andy Murray è tornato a parlare di doping nel tennis in un’intervista al Daily Mail. Il tennista scozzese dichiara di aver avuto sospetti su qualche collega capace di giocare 6 ore di fila senza mostrare il minimo segno di fatica: “ho mai avuto sospetti su qualcuno? Sì. Le cose le senti. Guardando qualcuno giocare match di 6 ore e vedendo che non mostra segnali di stanchezza, la si vede in quel modo.”

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Tuttavia Murray, ritornando sul caso Sharapova, ha ammesso come esso sia un progresso perchè ha messo la parola fine alle possibili coperture dei grandi giocatori trovati positivi: quando qualcuno come Sharapova viene squalificata, lo vedo come qualcosa di positivo. Se succedessero queste cose e non ne sapessimo di questo, sarebbe un grande problema perchè è come se il tennis coprisse i grandi giocatori. Se qualcuno lo fa, il mondo del tennis dovrebbe farlo sapere, ora stanno cambiando le cose. Se qualcuno è sorpreso per un periodo o stanno discutendo di questo o cercano di decidere quale sentenza possa essere assegnata, bene questo il pubblico lo saprà. Perciò non ci saranno silent ban e nessuno dirà che saranno infortunati. Questo è successo con Marin Cilic, quando infortunato si è ritirato da Wimbledon. La gente ha iniziato a parlarne e poi è uscito fuori che aveva fallito un test anti-doping, è questo è terribile. Che sia match fixing o doping, al primo segnale devi impegnarti al massimo per cambiare la situazione e non solo direQuesto è molto raro‘. No, assicurarti che questo non accada di nuovo.”

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Murray conclude auspicando che viste le grandi somme di denaro che circolano nel tennis moderno, si possa investire di più nei controlli antidoping:c‘è così tanto denaro nel tennis ora. Perchè non investire di più nel programma doping? I vincitori prendono £700,000, e il programma antidoping costa alcuni milioni di dollari. Perciò ha molto più senso investire di più nell’ anti-doping e non mettere tutto nei prize money“.