Venerdi 9 Dicembre

Tennis, caso Giorgi: Giovanni Malagò dalla parte della FIT

LaPresse/Alfredo Falcone

Giovanni Malagò appoggia la Federtennis dopo la rottura con Camila Giorgi

La rottura tra Camila Giorgi e la Federtennis? Mi dispiace molto, non è una bella notizia, è una ferita. Non posso che stare dalla parte della federazione perchè se viene meno il discorso della maglia azzurra, a prescindere dallo sport, salta tutto. Mi auguro che si trovi il sistema di risolvere la questione al più presto“. Questo il commento del presidente del Coni Giovanni Malagò all’interruzione dei rapporti con la Federtennis annunciata giovedì sera da Camila Giorgi, che non vuole prendere parte alla sfida di Fed Cup dell’Italia contro la Spagna in programma a metà aprile.

Donato Fasano - LaPresse

Donato Fasano – LaPresse

Ci possono anche essere degli accordi tra l’atleta e il commissario tecnico o allenatore – ha aggiunto il numero uno dello sport italiano parlando a margine dell’evento per la firma dell’accordo quadro tra l’Arma dei Carabinieri e il Coni – Ci possono essere dei casi in cui l’atleta ha un problema fisico o specifico e si può trovare un accordo. Ma se invece la decisione è unilaterale, se c’è una presa di posizione di non essere disponibile, allora non è una bella cosa“. Malagò si augura che la questione sia risolta “perchè Camila è sicuramente un patrimonio sportivo del paese: è una ragazza che seguo attentamente, e’ ancora giovane e secondo me ha grandissimi margini di crescita. Olimpiade in dubbio per lei se non trovasse un accordo con la Fit? E’ una domanda che al momento non mi sono posto, ma mi auguro non si arrivi assolutamente a questo punto, sarebbe autolesionismo“. (ITALPRESS).