Sabato 3 Dicembre

Superbollo: il fisco a caccia degli evasori per l’anno 2013

L’agenzia delle Entrate ha comunicato l’inizio dei controlli fiscali indirizzati a chi doveva pagare il superbollo per le auto più potenti di 185 kw

Il fisco si è messo sulle tracce di chi non ha pagato il superbollo nel 2013: l’Agenzia dell’Entrate ha infatti inviato una raccomandata postale a tutti i contribuenti  che dovranno sottoporsi al controllo fiscale tra il 23 e il 27 maggio.bollo auto

Il superbollo è una sovrattassa indirizzata ai possessori di automobili con potenze superiori ai 185 kw. L’addizionale erariale alla tassa automobilistica impone di pagare 20 euro in più per ogni chilowatt superiore a 185. Il Governo Berlusconi prevedeva invece una soglia di 225 kw e un aumento di 10 euro ogni kw superiore al limite precedentemente elencato.

Il superbollo si riduce con l’aumento  dell’età del veicolo: la prima riduzione, pari a 12 euro, scatta dopo 5 anni, la seconda prevede uno sconto di  6 euro dopo 10 anni, dopo 15 è di 3 euro, mentre dopo  20 anni non bisogna pagarlo.

Il Governo Monti aveva previsto nel 2013 un introito proveniente dal superbollo di circa 170 milioni di euro, ma lo Stato ne incassò appena circa 60. Gli scarsi incassi dipesero dal netto calo di vendite relativo alle vetture sportive ed ovviamente da tutti quelli che hanno evaso la tassa.