Martedi 6 Dicembre

Super Mandzukic spinge la Juventus sempre più su, l’Empoli si arrende allo Stadium

Lapresse/Ferrari

Un’incornata del croato basta alla Juventus per stendere l’Empoli e arrampicarsi momentaneamente a più sei sul Napoli

La Juventus non si ferma. Neppure la sosta per le nazionali ha distratto la formazione bianconera, che nell’anticipo casalingo della 31esima giornata batte 1-0 l’Empoli grazie al gol segnato da Mario Mandzukic al 44′ del primo tempo e coglie la ventesima vittoria nelle ultime 21 partite, con il solo pareggio nella trasferta di Bologna.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Un ruolino da record che permette alla squadra di Allegri di tornare per una notte a +6 sul Napoli, che domani all’ora di pranzo fara’ visita all’Udinese per provare a mantenere la velocita’ di crociera della capolista. Allo Juventus Stadium va in scena una partita gradevole. I bianconeri partono forte e nella prima mezz’ora mettono in grande difficolta’ la retroguardia dell’Empoli soprattutto con le accelerazioni di Morata, che impegna Skoruspki in un paio di occasioni ed e’ sfortunato al 22′ quando il suo destro dalla distanza sbatte contro l’incrocio dei pali. La formazione di Giampaolo, come sempre, non rinuncia al gioco, prova a tenere testa ai campioni d’Italia e si procura anche due buone occasioni: nella prima al 14′ Saponara alza la mira in modo incredibile da pochi metri, nella seconda dieci minuti dopo Buffon e’ bravo a deviare in angolo la conclusione pericolosa di Pucciarelli.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

E’ la Juventus pero’ a fare la gara e meritare il vantaggio che arriva al 44′, dopo altre due parate di Skorupski su Lichtsteiner e Mandzukic: sul cross di Pogba proprio l’attaccante croato anticipa Mario Rui e di testa batte il portiere avversario. La ripresa comincia con lo stesso spartito, con Skorupski determinante nell’impedire il raddoppio di Morata. Poi, pero’, i ritmi della gara si abbassano anche a causa degli infortuni. Il primo a dover alzare bandiera bianca e’ Chiellini, appena rientrato da un lungo infortunio. Poi si fa male anche Saponara, peraltro in serata negativa. Cominciano i cambi, l’Empoli riesce ad ottenere solo qualche calcio d’angolo senza spaventare mai Buffon, la Juventus passa al 4-4-2, gestisce il possesso palla e nel finale sfiora ancora il raddoppio con Pogba, Zaza e soprattutto Asamoah, fermato da un grande intervento del solito Skorupski. Ma ad Allegri basta l’1-0 per passare una notte serena: il Napoli domani non puo’ sbagliare. (ITALPRESS).