Lunedi 5 Dicembre

Squalifica Higuain, l’avvocato del Napoli rilancia: “ecco quale sarebbe la giusta sanzione…”

LaPresse/Valter Parisotto

Continuano ad alimentarsi le polemiche intorno alla squalifica di Gonzalo Higuain: a prendere la parole è Mattia Grassani, avvocato del Napoli

LaPresse/Valter Parisotto

LaPresse/Valter Parisotto

“Stiamo parlando di un momento particolare di una partita con situazioni in un contesto temporale molto circoscritto. Puntiamo a derubricare un comportamento che non e’ ingiurioso perche’ non offende l’arbitro, e considerato che quel gesto non e’ di offesa ma di difesa perche’ e’ Irrati che va verso Higuain, una sanzione equilibrata puo’ essere di due giornate, ed e’ quella che chiederemo. In subordine chiederemo una riduzione da 4 a 3 giornate”. Mattia Grassani, legale del Napoli per il caso relativo alla squalifica del Pipita, ai microfoni di “Tutti Convocati” su Radio24 anticipa quella che sara’ la sua strategia difensiva. “Le motivazioni non ci hanno convinto e maggior ragione il referto arbitrale di Irrati – continua – Riteniamo che l’attribuzione di ingiuria/offesa alla parola ‘vergognoso’ e l’avere assunto un atteggiamento irriguardoso per aver posto le mani sul petto siano comportamenti da rivalutare in sede di Corte sportiva d’Appello. Quattro giornate sono ingiuste e puntiamo a una sensibile riduzione della squalifica“, aggiunge Grassani che non esclude che Higuain possa essere sentito dalla Corte d’Appello ma precisa: “Da garante delle regole e per amore di questo sport non credo proprio che ci sia un complotto contro il Napoli“. (ITALPRESS)