Lunedi 5 Dicembre

Simeone allenatore, Ibra per Icardi: Inter, i ‘segreti’ di Moratti

FRANCK FAUGERE

Massimo Moratti lascia definitivamente l’Inter? Macché! L’ex Presidente nerazzurro ha pronto il piano di rilancio: ecco di cosa si tratta

“Sono pronto a cedere parte delle mie quote se solo avessi la certezza che questo in qualche modo servisse per aiutare la squadra”. Parole, quelle rilasciate ieri da Massimo Moratti alla Gazzetta dello Sport, alle quali però non sembrano seguire i fatti. Secondo quanto svelato quest’oggi in esclusiva da ‘Il Giornale’ l’ex Presidente nerazzurro sta lavorano ad un piano B che avrebbe come passo iniziale quello di riacquistare la maggioranza del club, operazione possibile grazie alla nuova partnership siglata con Pirelli. Un passo sicuramente importante e deciso, che stravolgerebbe i piani nerazzurri sia appunto a livello societario sia per quanto riguarda la squadra e il mercato.

Il sogno, nemmeno poi così segreto di Moratti, sarebbe quello di affidare la panchina del club a Diego Simeone e le parole di apertura verso un ritorno in nerazzurro dell’allenatore dell’Atletico Madrid dei giorni scorsi potrebbero rappresentare un segnale preciso. Panchina ma non solo: perché se Mauro Icardi dovesse venire sacrificato per la dura legge del Fair Play Finanziario, Moratti avrebbe già deciso di puntare tutto su Zlatan Ibrahimovic, ex mai dimenticato. Di certo, un doppio bigliettino da visita, che farebbe felici i tifosi dell’Inter.