Sabato 3 Dicembre

Sampdoria, vendetta Zenga: “Eder e Muriel spariti dopo il mio esonero”

LaPresse/Valerio Andreani

Zenga-Sampdoria, la vendetta è servita: l’x allenatore blucerchiato analizza il momento della formazione di Ferrero a lancia diverse stoccate…

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

La ferita di un esonero che il tempo non sembra riuscire a risanare, Walter Zenga torna a parlare della sua esperienza sulla panchina della Sampdoria. E le parole rilasciate ai microfoni di Premium Sport dall’ex allenatore blucerchiato nei confronti del club del Presidente Massimo Ferrero sono tutt’altro che al miele: “Ferrero ha detto di essere stato troppo frettoloso con me. Quando sono andato via io dalla Sampdoria, la squadra non era in zona retrocessione. Il calcio è fatto di cose stranissime. Ho sempre sposato l’idea secondo cui non sempre chi vince è il migliore. E’ più bravo chi disegna il modello migliore per i giocatori a disposizione. Tanto per dire – le parole di Zenga riportate da TuttoMercatoWeb.com – nella Sampdoria nella prima parte di questa stagione Eder ha segnato 9 gol mentre Muriel ha fatto 4 gol e 4 assist. Poi sono spariti”. La vendetta di Zenga è servita…