Domenica 11 Dicembre

Rivoluzione Fiorentina, Della Valle: “futuro Paulo Sousa? ecco la verità…”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Il patron della Fiorentina Andrea Della Valle torna a parlare del futuro di Paulo Sousa: la permanenza del portoghese in viola appare sempre più in dubbio

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Paulo Sousa, futuro viola? – “Il futuro di Paulo Sousa? Abbiamo un obiettivo importante, dobbiamo difendere il quinto posto dal Milan perchè non avendo fatto punti contro la Juventus, abbiamo necessità di fare tre vittorie per concludere al meglio questo campionato. Anche quest’anno meritiamo di confermare la nostra partecipazione nelle competizioni europee. Ad Europa acquisita, parleremo col tecnico, decideremo insieme il futuro e valuteremo che Fiorentina costruire. Mi auguro di ripartire ancora con Paulo Sousa“. Così il patron gigliato, Andrea Della Valle, al termine della sconfitta interna di ieri sera contro la Juventus.

LaPresse/bovo matteo

LaPresse/bovo matteo

Paulo Sousa-Fiorentina, le verità di Della Valle – “Fratture con Paulo Sousa non ce ne sono mai state – ha aggiunto il numero 1 del club viola -. Il nostro futuro ripartirà da gran parte di questo organico perché questo gruppo fino a due mesi fa ha fatto vedere il proprio valore. Abbiamo perso tanti punti con tante squadre in lotta per la salvezza e questo ci amareggia ed e’ allo stesso tempo incredibile. Abbiamo perso tante occasioni ma questo e’ il calcio. Analizzeremo il momento no che abbiamo attraversato e faremo le nostre valutazioni. Ripartiremo a fine stagione per costruire una Fiorentina sempre più forte, che possa lottare sempre per l’Europa, magari anche qualcosa in più. Ripeto che tutto questo lo faremo con i sacrifici della nostra famiglia. Se siamo sempre fra le prime quattro-cinque in classifica, da diversi anni, la differenza lo fa quello che io devo tirare fuori dalle mie tasche, cosa che le altre squadre non fanno perché hanno il doppio dei soldi dai diritti televisivi“.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Orgoglio e sfortuna – Ieri sera la Fiorentina nonostante una buona prestazione complessiva non e’ riuscita a fermare la squadra guidata da Massimiliano Allegri. “Ho visto la Fiorentina che piace a noi come proprietà e che piace anche ai tifosi – l’analisi di Della Valle -. Una Fiorentina di cui siamo orgogliosi. Sono contento per i segnali positivi visti, come il ritorno al gol di Kalinic e una grande prestazione complessiva. Guardando alla gara complessivamente provo più orgoglio che rabbia. Sono comunque ottimista perché abbiamo messo in grande difficoltà i bianconeri, che hanno sofferto per gran parte della partita. Adesso l’importante e’ rimanere concentrati per il finale di stagione”. Andrea Della Valle non ha recriminato su un arbitraggio che invece ha fatto molto arrabbiare i tifosi viola soprattutto nel primo tempo quando e’ stato annullato un gol per fuorigioco a Bernardeschi ed e’ stato negato un presunto rigore per atterramento di Alonso, anche se nel finale e’ stato concesso un penalty a Kalinic che non c’era.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Errori arbitrali –Tagliavento e’ un ottimo arbitro, gli errori ci stanno – ha sottolineato il patron viola -. Alla fine tiro quasi un sospiro di sollievo perché errori del genere avrebbero potuto condizionare anche il clima della partita in campo e sugli spalti, invece così non e’ stato. Bisogna essere obiettivi, devo provare ad analizzare in maniera distaccata e allora dico che anche se sul primo episodio, ovvero la posizione di Bernardeschi non mi sembrava fuorigioco, non bisogna colpevolizzare più di tanto il direttore di gara”. (ITALPRESS).