Venerdi 9 Dicembre

Patek Philippe: l’Ora Universale ha tutta un’altra veste [FOTO]

L’ Ora Universale di Patek Philippe ha una nuova veste: uno degli orologi più complessi e tradizionali, amato dai collezionisti più attenti, si rifà il look e si aggiorna

L’Ora Universale di Patek Philippe (Worldtime) è uno degli orologi da polso più complessi che si conoscano.  Il salone Baselworld 2016, che si è concluso di recente, è stato il momento strategico per rilanciare il Patek Philippe Ora Universale, con nuove caratteristiche ed una rivisitazione della cassa del quadrante e delle lancette, oltre all’aggiornamento del quadrante ruguardo i 24 fusi orari. Alcuni fusi orari infatti sono definiti oggi da nuovi nomi (Dubai sostituisce Riad e Brisbane sostituisce Nouméa, per citare solo due esempi), dopo aver a lungo applicato l’ora UTC+4, Mosca si è avvicinata all’Europa occidentale adottando l’ora locale UTC+3. Queste modifiche richiedono di adattare periodicamente le diciture che figurano sul disco delle città negli orologi Patek Philippe Ora Universale. Ragion per cui è stato deciso di cessare la produzione dei modelli precedenti e di lanciarne uno nuovo con la nuova scala valida per il mondo intero.

Un nuovo design per un grande classico

patek6Patek Philippe ha approfittato di questo “aggiornamento” di fuso orario per rivisitare interamente la veste di questo timepiece senza stravolgere la sua tradizionale natura ed adottando dunque sottili ritocchi che non hanno alterato il suo aspetto originale malo hanno arricchito di dettagli contemporanei. estremamente contemporaneo. Gli orologi da polso Patek Philippe Ora Universale hanno sempre rappresentato un supporto di qualità per queste tecniche ancestrali.

Nel nostro mondo sempre più globalizzato e sempre connesso, gli orologi Ora Universale sono strumenti più che mai utili: poter conoscere l’ora locale del luogo verso cui ci si sposta o con cui siamo in contatto, quindi, rappresenta un’informazione essenziale. Gli orologi Ora Universale Patek Philippe soddisfano questo compito in modo particolarmente leggibile ed efficace, permettendo di visualizzare l’insieme dei 24 fusi orari con una sola occhiata. Il centro del quadrante mette in evidenza l’ora locale del fuso il cui “nome” si trova al di sopra della piccola freccia rossa a ore 12, indicata in modo classico con lancette delle ore e dei minuti. Le ore locali degli altri 23 fusi orari si leggono sul disco delle 24 ore, che ruota in senso antiorario all’interno del disco delle città. La lancetta dei minuti vale per ogni fuso orario.

patek2Questa semplicità d’uso ha origine in un’invenzione dell’orologiaio ginevrino Louis Cottier che risale agli anni 1930, successivamente ottimizzata e brevettata da Patek Philippe. Quando si arriva in un altro fuso orario, è sufficiente premere il pulsante a ore 10 per il numero di volte necessario a far comparire al di sopra della freccia rossa a ore 12 il nome della città che rappresenta il nuovo fuso orario. A ogni pressione, la lancetta delle ore avanza di un’ora, mentrei dischi delle città e delle 24 ore tornano indietro di uno scatto in senso antiorario.
Nonostante il suo sofisticato meccanismo di fusi orari e il sistema di carica automatica, questo movimento è di soli 3,88 mm di spessore, le dimensioni ideali per un orologio sottile ed elegante. Il dispositivo di carica si basa sull’architettura brevettata nel 1977, con mini rotore integrato a livello dei ponti. Affinché garantisca straordinarie prestazioni di carica nonostante il suo diametro ridotto, il rotore è realizzato in oro massiccio 22 carati.