Martedi 6 Dicembre

Pallavolo: la Nazionale italiana Under20 stacca il pass per gli Europei

I giovani ragazzi della Nazionale italiana under 20 di pallavolo volano agli Europei

È davvero un’ottima Italia quella che ieri ha battuto 3-0 (25-18, 25-18, 25-21) la Spagna staccando così il visto per la partecipazione ai Campionati Europei di categoria (2-10, settembre Plovdiv e Varna, Bulgaria) in virtù del primo posto del raggruppamento B disputato in questi giorni al Pala Vesuvio.

totireI ragazzi di Michele Totire nell’ultimo match del Torneo di Qualificazione hanno così battuto gli iberici, diretti concorrenti per la conquista dell’unico accesso diretto alla rassegna continentale in programma a settembre.

La Nazionale Italiana – scesa in campo con la diagonale Sbertoli-Maiocchi, Margutti e Zonca martelli, Di Martino e Galassi centrali, Piccinelli libero – ha disputato una prova davvero convincente durante la quale ha dimostrato di tenere benissimo il campo non temendo di giocare con coraggio anche i palloni “più caldi”.

gianluca galassiIn questo senso è apparsa sempre lucida e puntuale la regia di Riccardo Sbertoli, affidatosi spesso ai primi tempi del capitano Gianluca Galassi, ma bravo anche a servire i suoi attaccanti in grado di garantire un rendimento pressoché costante.

Gli spagnoli da parte loro, pur non disputando una brutta partita, hanno spesso sofferto il servizio azzurro, apparso in alcune fasi davvero decisivo. L’Italia chiude quindi questo torneo di qualificazione con un bilancio di tre vittorie, 9 set vinti e 0 subìti; risultato che permetterà al gruppo e allo staff di programmare al meglio la stagione in vista dell’appuntamento continentale.

Lo avevo detto all’inizio del torneo. L’Italia deve sempre giocare al meglio per vincere. È nel nostro DNA. Onestamente però non pensavo un percorso così netto. Noi siamo stati abbastanza bravi, non siamo ancora forti però. Li abbiamo travolti al servizio. Non mi aspettavo che i ragazzi giocassero così bene. Sono davvero felice”, ha dichiarato Michele Totire.

matteo maiocchiNon era facile, sapevamo che sarebbero partiti a mille, ma poi alla fine siamo venuti fuori alla distanza. Ci siamo sciolti e abbiamo giocato sempre meglio. Il pubblico è stato molto caldo e siamo stati felici di averli ripagati con questa qualificazione”, ha aggiunto Matteo Maiocchi.

Anche grazie a questa bella atmosfera siamo riusciti a giocare davvero una buona prova; sicuramente come squadra siamo compatti; ci conosciamo bene e andremo in Bulgaria per fare del nostro meglio, come sempre d’altronde”, ha concluso Piccinelli.