Giovedi 8 Dicembre

Pallanuoto, Settebello ko in finale: la reazione degli azzurri

LaPresse/ Fabio Ferrari

Il Settebello cede all’Ungheria nella finale del Preolimpico di pallanuoto, appena concluso a Trieste: il commento degli azzurri

C’e’ stato impegno da parte dei ragazzi. Si puo’ vincere o perdere, ma abbiamo giocato con cuore“. Sandro Campagna accetta con filosofia la sconfitta dell’Italia nella finale del preolimpico di Trieste contro l’Ungheria. Un ko di misura (10-8) facile da digerire, visto che il Settebello era gia’ qualificato per i Giochi di Rio2016.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

E’ mancato un pizzico di esperienza, abbiamo commesso qualche leggerezza difensiva e concesso con due o tre controfughe troppo facili – spiega il coach azzurro – Ottima la reazione sul meno quattro, quando pensavo di rientrare. La qualificazione non e’ stata facile. Tutti sanno come devono lavorare al rientro nei club e poi avrò a disposizione due mesi dove ci alleneremo con la giusta intensità per affrontare l’impegno olimpico“. “Sapevamo che avremmo affrontato una squadra forte. Abbiamo retto fino alla fine – le parole del centroboa della Pro Recco, Matteo Aicardi – La stanchezza ha avuto la meglio, con allenamenti la mattina e partite la sera. Questa sconfitta ci servirà per costruire meglio le prestazioni future“.

bodegas presciuttiE’ stata una settimana faticosa, ma piena di emozioni. Trieste e’ stata eccezionale – sottolinea l’attaccante del Brescia, Christian Presciutti – Giocare ogni giorno non e’ facile, volevamo regalare la vittoria. Con più lucidità potevamo vincere, ma ci sono da migliorare tante cose. I presupposti per migliorare ci sono, siamo un’ottima squadra con grandi potenzialità. Bisogna stare uniti e lavorare tanto per vincere“. (ITALPRESS).