Venerdi 9 Dicembre

Palermo, Zamparini tuona ancora: “vogliono mandarci in B, quante porcherie!”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Dopo il dossier contro le presunte ingiustizie arbitrali che avrebbero favorito il Carpi, il Presidente del Palermo Zamparini continua la sua battaglia: “ci vogliono in B”

anastasi davide

anastasi davide

“Vedere quello che e’ successo in Carpi-Empoli e’ paradossale, non possono degli arbitraggi sbagliati compromettere la lotta alla salvezza. Mi auguro che le istituzioni andranno a monitorare queste ultime tre partite perche’ sappiamo nella storia del calcio quante porcherie sono nate. E lo chiedo anche per le partite del Palermo“. Lo ha detto il presidente Maurizio Zamparini, che a Radio Kiss Kiss ha ribadito il concetto espresso nel comunicato stampa del club dopo la sfida di ieri al Braglia di Modena. “Non c’era l’espulsione di Michedlidze, c’era una simulazione pazzesca, mi auguro che il procuratore federale intervenga e che si sanzioni questo comportamento antisportivo. Il gol annullato è regolare e non è stato dato il rigore all’Empoli dopo che un giocatore e’ stato preso per la maglia dall’avversario che ha commesso anche un fallo di mano. Credo ancora nella salvezza? La mia preoccupazione non e’ la competizione sportiva, ma quello che e’ successo ieri. Vogliono mandare il Palermo in B, lo stanno facendo, non so perché”.

LaPresse/Davide Anastasi

LaPresse/Davide Anastasi

Domenica Carpi-Juve? Mi auguro che i bianconeri festeggino lo scudetto con una partita da Juventus, il Carpi può anche pareggiare, anche noi siamo andati a giocarcela ma dopo abbiamo preso 4 gol, mi auguro sempre che si gioca come in Inghilterra senza condizionamenti e che vada in B chi lo merita“. Zamparini ribadisce il suo imminente addio al calcio: “Sono alla frutta, ho finito con il calcio, in 40 anni ho dato tantissimo, passione, soldi, competenza e adesso prendo un calcio nel culo. Vado via dal calcio, sono deluso”. (ITALPRESS).