Giovedi 8 Dicembre

“Ohana significa famiglia”: Joana Bolling rinuncia a Rio per donare un rene a suo padre malato [FOTO]

La giocatrice di pallamano, Joana Bolling, ha deciso di rinunciare a Rio per donare un rene al padre malato da tempo

Joana BollingStraordinaria storia d’affetto che vale la pena di essere raccontata: Argentina, la giocatrice di pallamano Joana Bolling, componente della Nazionale Albiceleste che prenderà parte alle Olimpiadi di Rio, ha dato forfait in vista dei Giochi. Motivo? Suo padre stava male, affetto da una grave insufficienza renale, era costretto a sottoporsi a dialisi tre volte a settimana per sopravvivere e aveva bisogno di un trapianto di  un rene. La ragazza mettendo al primo posto l’amore verso il padre e l’affetto per la propria famiglia, ha deciso che sarebbe stata lei a donarglielo a costo di rischiare la sua partecipazione a Rio.

L’intervento, effettuato lo scorso 5 aprile, è perfettamente riuscito, ma per Joana è iniziato un lungo periodo di convalescenza che le impedirà di prendere parte a Rio2016. Alla ragazza però non importa, per lei la famiglia viene prima di tutto. Commovente la sua foto insieme alla sua famiglia accompagnata dalla citazione di “Lilo & Stitch“: “Ohana significa famiglia. Famiglia significa che nessuno viene abbandonato. O dimenticato“.

Joana ha poi espresso tutta la sua sicurezza in merito alla decisione di rinunciare alle Olimpiadi per la salute del padre: “non ho mai avuto dubbi sulla possibilità di donare a mio padre un rene solo per il fatto che i periodi coincidevano. Senza dubbio questo è molto più importante della pallamano. Nella mia famiglia ci sono sempre stati i valori dell’impegno e del sacrificio che fanno parte dello sport, di farsi da parte e di rinunciare alle cose per raggiungere un obiettivo“.

“Ohana significa familia, y tu familia nunca te abandona” #papá #mamá

Una foto pubblicata da Joana Bolling (@joanabolling) in data: