Giovedi 8 Dicembre

Nuoto, Paltrinieri ha le idee chiare: “a Rio voglio mettere paura al mondo”

LaPresse/Fabio Ferrari

Ore di allenamenti per Gregorio Paltrinieri agli ordini di Stefano Morini con un solo obiettivo: vincere la medaglia d’oro a Rio 2016

I giorni passano inesorabili, sempre gli stessi orari, sempre gli stessi allenamenti, sempre con un unico obiettivo: arrivare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro carico per prendersi la medaglia d’oro. Gregorio Paltrinieri non si risparmia e fa della fatica il suo pane quotidiano, nuotando per 100 km settimanali gli ordini di Stefano Morini, un martello quando si tratta di scendere in vasca.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

La settimana di Greg: nuoto, solo nuoto, tantissimo nuoto. “Non ci sono riti fissi, si arriva sino a 19 km al giorno, ma è l’intensità che fa la differenza” commenta Paltrinieri ai microfoni della Gazzetta dello Sport. “Qui è tutto estremo. Sempre: Morini non dice di non fare un lavoro, anche se sono stanco. E’ un continuo martellare, massacrare, spremerci. Arrivi la sera morto, ma sai che il giorno dopo c’è un altro duro lavoro da fare. Non si scappa”. L’obiettivo dichiarato è conquistare la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio, se poi arrivasse il record del mondo non sarebbe poi così male: “Fare il record mondiale? Non voglio cercarlo ossessivamente, però il 14’31″02 del cinese Sun Yang è avvicinabile. Sono qualificato per Rio ma voglio testarmi, fare una gara veloce… e mettere paura al mondo. E poi è al primo giorno dei campionati: non devo aspettare tutta la settimana“.

Mamma Lorena - Gregorio Paltrinieri La giornata inizia presto per Gregorio Paltrinieri che, appena sveglio, ha sempre una tappa fissa: “quando apro gli occhi la prima cosa che faccio è fare il giro dei social, aggiornarmi su Nba e nuoto, su chi mi ha cercato. A meno che alle 6 mi svegli l’antidoping: sta succedendo una volta a settimana, anche sei volte al mese“. Morini non dà tregua, fare bene a Rio è troppo importante, tempo per svagarsi ce n’è poco, qualche minuto alla Playstation e qualche oretta di tv e poi è già tempo di riposare. Paltrinieri non ha nessuna voglia di mollare, l’Italia del nuoto punta su di lui per stupire.