Giovedi 8 Dicembre

Nuoto, ma che combina Cate Campbell? Polso ko a causa di un… sonnellino!

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

L’ex campionessa del mondo dei 100 sl si infortuna ad un polso dormendo, poi scende in vasca e stampa il miglior crono dell’anno ai Trials di Adelaide

Se pensavate di averle viste tutte, vi sbagliavate di grosso, perchè la storia che arriva dai Trials di Adelaide è davvero bizzarra e fuori dalla norma. Protagonista di questo divertente racconto è Cate Campbell, nuotatrice australiana ex campionessa del mondo dei 100 sl, capace di infortunarsi ad un polso durante un… pisolino.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Si, avete capito bene! Testa sul cuscino, braccio sotto il corpo e il gioco è fatto: “è stato un riposino aggressivo” ha spiegato ridendo Cate Campbell. “Quando sono molto stanca, mi addormento con il polso piegato e stavolta mi sono svegliata sentendo male. Più riposo mi farebbe bene”. A prenderla in giro ci ha pensato la sorella minore Bronte, campionessa del mondo in carica di 50 e 100 sl, pungendola con una battuta ironica: “è un talento nel farsi male durante il sonno, anche quando non sta facendo nulla riesce a ferirsi”. Lo strano infortunio, tuttavia, non ha impedito a Cate Campbell di fornire una prestazione davvero sorprendente, fermando il crono a 52”41, miglior tempo stagionale sui 100 sl, inferiore anche a quello necessario per centrare il titolo mondiale a Kazan l’anno scorso. Dietro di lei la sorella Bronte, messa subito in riga dopo l’ironia usata prima della gara. Cate Campbell questa volta si è superata, e pensare che un semplice sonnellino avrebbe potuto fermare tutto questo show…