Mercoledi 7 Dicembre

Nuoto: ancora tanti pass per Rio 2016 agli Assoluti di Riccione

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Gli Assoluti Indoor di Riccione regalano emozioni immense: Luca Dotto e Ilaria Bianchi staccano importanti pass per Rio 2016

Si tinge d’azzurro l’acqua dei primaverili di Riccione. Gabriele Detti nei 400 stile libero, col secondo tempo mondiale stagionale nonchè italiano di sempre con 3’43″97, e Ilaria Bianchi nei 100 farfalla vinti in 57″87 staccano altri due pass per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Luca Dotto, infine, diventa il primo italiano a nuotare sotto i 48 secondi i 100 stile libero e con il tempo di 47″96 migliora il 48″04 gommato di Filippo Magnini che resisteva dalle semifinali dei campionati mondiali di Roma 2009. Detti (Esercito/SMGM Team Lombardia) stacca il secondo pass individuale per i Giochi dopo quello ottenuto nei 1500 stile libero martedì scorso col primato personale di 14’46″48, terzo tempo mondiale stagionale. L’azzurro allenato da Stefano Morini al centri federale di Ostia (Roma) chiude in 3’43″97 e si accomoda al secondo posto del ranking italiano all time alle spalle del 3’43″40 con cui Massimiliano Rosolino conquistò l’argento alle Olimpiadi di Sydney 2000.

Il precedente personale era il 3’46″46 nuotato il 18 dicembre 2015, al quale si era già avvicinato in batteria in 3’46″85. “Mi vengono i brividi soltanto ad essere paragonato a Massimiliano Rosolino. Il tempo e’ quello che volevo e l’importante era prendere il pass olimpico. Sono molto soddisfatto perche’ ho disputato una buona gara. Il passaggio di D’Arrigo mi ha aiutato a non faticare troppo e poi sono riuscito a nuotare in progressione, abbastanza sciolto. Ma non mi fermo e insieme al Moro lavoreremo per buttare giu’ un altro secondo. Qui nuoto tutti i giorni. Domani ho gli 800, dopodomani i 200 stile libero, poi c’e’ il campionato a squadre“. I suoi passaggi ogni 100 metri: 54″87, 1’52″00 e 2’48″62.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Ilaria Bianchi si qualifica per la sua terza Olimpiade, dopo quelle del 2008 e 2012. La bolognese di Fiamme Azzurre e NC Azzurra 91, allenata da Fabrizio Bastelli, si conferma campionessa d’Italia dei 100 farfalla con 57″87, lontano dal suo record italiano (57″27) ma sufficiente per prenotare il biglietto aereo per il Brasile (57″7 il tempo tabellare). “Sono un po’ emozionata. Si poteva fare meglio ma andro’ a Rio de Janeiro e sono strafelice. Adesso lavoriamo fino a luglio. Poi la mia terza Olimpiade: un sogno! Un po’ me lo aspettavo ma toccare il tempo con la mano e’ stato fantastico”.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Prestazioni molto interessanti nei 400 misti che cambiano le gerarchie del ranking nazionale. Luisa Trombetti (Fiamme Oro Roma/RN Torino) vince con il primtao personale di 4’38″54 . il precedente era 4’39″66 del 16 aprile 2015 sempre a Riccione. “Sono due notti che non dormo per questa gara. Ero molto tesa. Mi sembra un sogno partecipare agli europei in vasca lunga. Sono andata vicino al tempo per Rio? Non ci pensavo neanche. Un passo alla volta e alla qualificazione olimpica ci penserò a Londra. Sono gia’ felice cosi’. Oggi ho pensato a fare la mia gara, a rana non mi sentivo bene e certamente ho sbagliato qualcosa, nelle altre frazioni ho fatto del mio meglio“.

Sara Franceschi (Nuoto Livorno) e’ seconda con il record italiano cadette di 4’40″03 (precedente di Stefania Pirozzi, 4’40″48 del 18/06/2011 a Roma) e terza Carlotta Toni (RN Florentia) anche lei con il personale di 4’41″27 (precedente 4’43″32 del 13/06/2015 a Roma). Tutte e tre qualificate agli europei (4’41″2 il tempo tabellare).

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Nelle altre finali Piero Codia (Esercito/CC Aniene) si prende la rivincita su Matteo Rivolta (Fiamme Oro/Team Insubrika) sui 50 farfalla che vince con 23″56, quattro centesimi piu’ di quanto aveva fatto la mattina in batteria (23″52); Rivolta aveva vinto i 100 farfalla ieri pomeriggio con 51″54.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

I 200 dorso li vincono Margherita Panziera (CC Aniene) con 2’10″91 e Luca Mencarini (Fiamme Oro Roma/CC Aniene) con 1’58″05; si qualifica per Londra anche Christopher Ciccarese (Fiamme Oro Roma/CC Aniene) secondo con 1’58″15. Staffette con i fuochi d’artificio. Nella 4×100 stile libero maschile Luca Dotto in prima frazione con la squadra della Forestale stabilisce il record italiano dei 100 stile con 47″97, primo italiano a scendere sotto il muro dei 48 secondi, cancella il precedente di 48″08 che apparteneva a Filippo Magnini (Roma 2009). Alla fine la Larus si e’ classifica sesta con 3’21″45 e hanno vinto le Fiamme Oro A con 3’18″04. Nella 4×200 stile libero femminile, vinta dal Circolo Canottieri Aniene A con 8’03″48, Federica Pellegrini nuota l’ultima frazione in 1’54″86 di buon auspicio per i suoi 200 di domani. (ITALPRESS).