Giovedi 8 Dicembre

Nissan a sostegno della popolazione colpita dal terremoto in Giappone: aiuti in denaro e beni di prima necessità

Nissan ed i suoi affiliati sono in prima fila nel lavoro di soccorso e sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto in Giappone. Ha infatti donato beni di prima necessità, veicoli, batterie portatili e circa 82mila euro

Nissan Motor Co., Ltd. e i suoi dipendenti sono vicini alle persone colpite dal terremoto in Giappone a  Kumamoto e si impegnano in modo concreto a favore di un rapido recupero della normalità e della sicurezza delle persone coinvolte e delle aree colpite dal sisma, come ha specificato l’azienda in un comunicato stampa. Nissan sarà in prima linea a sostegno delle popolazioni più disagiata con diversi interventi.  Donerà 10 milioni di yen, l’equivalente di circa 82 mila euro e raddoppieranno le donazioni effettuate dai propri dipendenti. Inoltre fornirà a titolo gratuito fino a un totale di 100 veicoli 100% elettrici tra Nissan LEAF e e-NV200.

Saranno inoltre donati beni di prima necessità fra cui 6.000 bottiglie da 500 ml di acqua e 2.750 monoporzioni di riso. Nissan Motor Kyushu ha inviato acqua, cibo e personale volontario per le attività di supporto presso i concessionari Nissan. L’affiliata di Nissan specializzata nella produzione di batterie “Automotive Energy Supply Corporation” (AESC) ha donato batterie portatili.

Nissan Motor Kyushu ha sospeso le attività produttive nelle giornate di sabato 16 aprile per accertamenti all’impianto e alla fornitura di componenti ma ha già ripreso la normale attività lavorativa da lunedì 18 aprile.