Mercoledi 7 Dicembre

MotoGp, Lin Jarvis rivela: “ecco cosa ha spinto Lorenzo ad accettare l’offerta della Ducati”

In conferenza stampa, il managing director della Yamaha Lin Jarvis ha espresso i motivi che hanno spinto Lorenzo in Ducati

Dopo una pausa di due settimane, tornano le emozioni della MotoGp che, in questo week-end, sbarca a Jerez De La Frontera per il quarto appuntamento stagionale. I favori del pronostico ricadono sul leader della classifica iridata, quel Marc Marquez capace di mettersi in tasca le ultime due gare in Argentina e Austin, rendendosi autore di un avvio di campionato eccezionale.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

In Spagna, però, sia le Yamaha che le Ducati vanno in cerca di riscatto, a partire da Jorge Lorenzo che vorrà dimostrare a tutti di essere concentrato sulla stagione in corso e non sulla prossima, che lo vedrà in sella al team in ‘rosso’. “Non è semplice perdere un pilota come Jorge – commenta il managing director della Yamaha Lin Jarvis in conferenza stampa – è stata una sua scelta ma avrei preferito che fosse rimasto. Vorrei chiudere nel migliore dei modi il nostro rapporto con lui, magari con un titolo mondiale. Quando arrivi alla fine di un’era è un momento triste, non era impossibile tenerlo con noi, solo che la nostra offerta non ha soddisfatto Jorge che, inoltre, cercava nuovi stimoli. La grande offerta fattagli dalla Ducati l’ha aiutato a prendere questa decisione, probabilmente essere il numero 1 indiscusso nel suo prossimo team sia stato il motivo principale del suo addio. Abbiamo avuto due grandissimi piloti finora che abbiamo trattato con uguaglianza e continueremo a farlo anche in futuro.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Vinales? Ha dimostrato le sue qualità ed è un ottimo pilota anche in prospettiva futura, tuttavia stiamo valutando molti profili, ne abbiamo molti sul nostro tavolo. Non è semplice pendere questa decisione, ci sono parecchie variabili da tenere in considerazione. La cosa importante è che abbiamo un’ottima moto e un ottimo team, pensiamo di essere un’azienda molto appetibile. Penso che marzo dell’anno prossimo sia il termine ultimo per scegliere il nostro nuovo pilota, al momento cercheremo di prenderci il tempo che ci serve per fare la scelta migliore per noi“. Su un eventuale ritorno di Lorenzo alla Yamaha in futuro, Jarvis ammette: “non vedo alcun motivo per cui la porta non debba essere aperta per Jorge in futuro, quest’anno ci lasceremo dopo tanti anni insieme, ma noi manteniamo le relazioni con i nostri ex piloti per molto tempo. Dunque non sarei così sorpreso se un giorno Jorge volesse tornare. Marquez in Yamaha? Non credo che Marc possa condividere il box con Valentino Rossi“.