Lunedi 5 Dicembre

MotoGp, Dovizioso sprezzante: “Rossi? Tutti lo imitano, ma dimostrano solo di non avere personalità”

LaPresse/EFE

Andrea Dovizioso spara a zero su Valentino Rossi e sugli altri piloti del paddock, svelando anche le sue sensazioni sui rapporti tra il Dottore e la coppia spagnola Marquez-Lorenzo

Sfortuna, jella e tanta amarezza: sono questi gli ingredienti principali dell’avvio di stagione di Andrea Dovizioso, costretto a due ritiri forzati a causa degli incidenti che lo hanno visto coinvolto in Argentina e Texas. Il 2016 è un anno importante sia per Dovi che per Iannone, i quali dovranno lottare con le unghie e con i denti per tenersi stretta la propria Ducati anche nel 2017 quando, con ogni probabilità, a Borgo Panigale sbarcherà Lorenzo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Jorge è un fuoriclasse, ha battuto Valentino a parità di moto e questo dice tutto – ha dichiarato il Dovi in un’intervista rilasciata a La Repubblica – Iannone è veloce e lo scorso anno mi ha messo dei dubbi. E la Desmosedici è finalmente competitiva, non ci si lavora più per svilupparla. Le chiacchiere, i ghirigori e le spacconate le lascio agli altri – attacca poi Andrea Dovizioso – non sono omologato come il resto dei piloti. Valentino ha creato un modello, irripetibile. La maggior parte del paddock lo imita perché non ha personalità: i fumetti sul casco, la ricerca della battuta a tutti i costi, quel tono aggressivo, ma finto scanzonato. No, non fanno per me”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Sul confronto tra Rossi-Marquez-Lorenzo, Andrea Dovizioso esprime il suo stupore riguardo il loro comportamento in pista: “la tensione c’è, la senti in ogni momento: sul podio, nelle conferenze stampa. Però quei tre me li aspettavo più aggressivi tra loro in pista. Forse è solo questione di tempo. L’importante è non finire in mezzo ad una rissa, restare in sella”. Sul suo ritiro dalle competizioni, il Dovi ribadisce: “potrebbe essere in qualsiasi momento, senza rimpianti. Ho vinto un Mondiale, sono stato con i più forti, ho sempre dato tutto”.