Mercoledi 7 Dicembre

Moto Gp, Stoner ha influenzato Lorenzo? Dall’Igna: “si sono parlati”, mentre su Iannone-Dovizioso…

Lapresse/Alfredo Falcone

Luigi Dall’Igna racconta come ha “convinto” Jorge Lorenzo a passare in Ducati e quando decideranno chi far rimanere al suo fianco

Era nell’aria da tempo ormai, ma l’ufficialità è arrivata solo lunedì: Jorge Lorenzo, dal 2017 sarà ufficialmente un pilota Ducati. Prima il suo attuale team e successivamente la squadra di Borgo Panigale hanno reso noto rispettivamente l’addio e il benvenuto al pilota maiorchino. In tantissimi sono curiosi di come siano andate le cose tra il campione del mondo in carica e il suo futuro team: perchè ha fatto questa scelta? Cosa lo ha spinto a cambiare squadra? E’ stato facile trattare con lui?

dall'ignaIn un’intervista a “La Gazzetta dello Sport” Luigi Dall’Igna ha raccontato come sono andate le cose: “onestamente, con Giorgio tutto è stato subito chiaro. Non è stata una trattativa complicata, ci sono stati dettagli e considerazioni sui quali ragionare, ma trovare la sintonia è stato facile. Ci siamo sempre parlati, non so se sia stato io a cercare lui o viceversa. Tra noi il rapporto non si è mai interrotto, anche oltre il lavoro”. Il general manager della Ducati apre una piccola parentesi dell’attuale situazione di Lorenzo in Yamaha: “ci sono stati tanti episodi che non lo hanno fatto vivere bene, nonostante i tanti successi. E questo lascia il segno“.

Dall’Igna spiega poi cosa lo ha spinto a volere un top rider nel suo team: “ho detto sempre che non voglio scuse. Non voglio pensare che non ho i piloti, adesso ne ho due che secondo me sono bravissimi, potenziali campioni. Ma è vero che Iannone non è mai stato iridato, Dovizioso lo è stato in 125 ma poi mai più. Io voglio un pilota che è stato campione del mondo in MotoGP per togliere a me e alla Ducati ogni scusa. Adesso dipende solo da noi“.

lorenzo e stonerNel team di Borgo Panigale quindi si formerà presto una coppia strepitosa: Stoner-Lorenzo. “La stima reciproca tra i due è molta, e può aiutare ad andare nella direzione giusta. So che si sono parlati, ma non so se ha influenzato Giorgio“, ha spiegato Dall’Igna. Infine inevitabile parlare di chi, tra Iannone e Dovizioso, far rimanere in Ducati: “dipenderà tanto da cosa succede prossimamente. Ho un ottimo rapporto con entrambi e loro con il team, non è una scelta facile. Cominceremo a parlare, so cosa hanno fatto in questo tempo e do il giusto valore alle cose. Per Barcellona (5 giugno; n.d.r.) o subito dopo decideremo“, ha concluso il general manager del team di Borgo Panigale.