Venerdi 2 Dicembre

Moto Gp, Iannone sereno: “Jorge ha fatto bene i suoi calcoli”

LaPresse/Reuters

Andrea Iannone sereno dopo il periodo difficile dovuto all’incidente in Argentina col suo compagno di squadra e dopo l’ufficialità del passaggio di Lorenzo in Ducati

La stagione 2016 di Moto Gp è entrata nel vivo. I piloti si sono sfidati in pista in tre importanti appuntamenti e si apprestano adesso ad affrontare un week end tutto spagnolo, a Jerez. In Spagna, forse, si correrà con uno spirito diverso dopo l’ufficialità del passaggio di Jorge Lorenzo in Ducati dal 2017. Nel team di Borgo Panigale, sicuramente, i due Andrea cercheranno di far bene per rimanere in “rosso”.

dovizioso iannone ducatiPeriodo difficile per Andrea Iannone che dopo l’incidente col suo compagno di squadra Andrea Dovizioso in Argentina è stato al centro di mille polemiche, anche se ad Austin è riuscito a salire sul podio. “Non lo nascondo, non è stato facile far passare quei giorni senza essere condizionato. Però mi è piaciuta la mia reazione in America. Quei giorni difficili mi hanno fatto crescere, sono passato attraverso il male affrontando tutto nel modo giusto. Ho avuto un gran supporto da Tardozzi (il team manager; n.d.r.), ho parlato tanto con Dall’Igna (dir. generale Corse; n.d.r.). Ecco, vorrei dire che in vita mia non ho mai avuto un rapporto come quello che ho con Gigi, mi è servito il suo appoggio. E di tutto il team. Quando sei tra i primi piloti al mondo, quando le aspettative sono alte, sei sempre sotto i riflettori, nel bene e nel male“, ha spiegato il pilota di Vasto in un’intervista a “La Gazzetta dello Sport“.

Iannone-DallIgna-DoviziosoDa quel momento il suo rapporto col compagno di squadra è andato deteriorandosi sempre più, Dovizioso infatti ha più volte dichiarato di non credere alle scuse ricevute da Iannone dopo l’incidente in Argentina: “mi spiace che pensi così. Io a Termas subito dopo essere uscito dalla direzione gara sono andato nel suo ufficio a porgergli le scuse, il minimo che potessi fare. Per Andrea ho sempre avuto una gran stima, lo considero fortissimo e lo dico da sempre. Mi spiace ancor più che sia successo con lui“, ha raccontato Iannone. “Gli errori non fanno mai bene, ma siamo umani e nessuno è perfetto. Allo stesso tempo, quando sbagli o impari la lezione o non sei intelligente. Credo che entrambi lo siamo e questo eviterà altri problemi“, ha aggiunto il ducatista.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Adesso però inizia forse il periodo più difficile: dopo l’ufficialità del contratto tra Ducati e Lorenzo, il team di Borgo Panigale deve dire addio ad uno dei due Andrea, che quindi cercheranno di dimostrare tanto in pista. “Per me che arrivi Lorenzo è bellissimo, a prescindere da chi resterà. Per il lavoro che Ducati ha fatto e sta facendo, è giusto puntare in alto e Lorenzo è il pilota giusto. Da parte mia, penso di potere dare tanto per rendere il progetto vincente, credo molto in Ducati. Detto questo, non ho fretta, non mi interessa pensare al mercato. Ho mostrato il mio potenziale, devo solo mettere a frutto il mio talento, ho un potenziale molto alto. Jorge per me ha fatto bene i suoi calcoli, non è stupido, ha vinto 5 Mondiali. Non sono nella sua testa, ma dico che oggi è difficile dire di no a una Ducati“, ha spiegato il ducatista.