Sabato 3 Dicembre

Moto Gp, Guido Meda bacchetta Iannone: “doveva chiedere scusa lì, nella ghiaia”

LaPresse/Piero Cruciatti

Guido Meda svela il suo punto di vista su quanto accaduto domenica a Termas de Rio Hondo tra le Ducati

La stagione 2016 di Moto Gp è entrata nel vivo. I piloti sono scesi in pista domenica sera per il secondo appuntamento dell’anno, in Argentina. A trionfare sul circuito di Termas de Rio Hondo è stato Marc Marquez, seguito da Valentino Rossi e Dani Pedrosa, aiutata da una caduta ad un passo dal traguardo dei due ducatisti: Iannone ha tentato un sorpasso forse un po’ azzardato finendo a terra e trascinando con sè fuori pista il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso.

dovizioso iannone ducatiIl noto commentatore, super appassionato di Moto Gp, Guido Meda, ha voluto esprimere il proprio pensiero su quanto accaduto, spiegando che forse si sta un po’ esagerando nel definire Dovizioso un “eroe” e Iannone un “criminale”. Due i post sui profili social di Meda: il secondo è servito per specificare alcuni punti, male interpretati da alcuni lettori. Il commentatore Sky ha voluto raccontare il suo punto di vista recriminando a Iannone il fatto di non aver chiesto immediatamente scusa al suo compagno di squadra, quando si trovavano ancora sulla ghiaia, dopo la caduta, e ridimensionando la figura di Dovizioso visto da tanti come un eroe dopo che si è rialzato e ha corso fino al traguardo spingendo la sua moto per ottenere 3 punti.

NESSUN EROE, OVVERO: NON GUARDATE SOLO LE FIGURE – Riflessioni dopo il Gp di Argentina. Questa fotografia ( da…

Pubblicato da Guido Meda su Lunedì 4 aprile 2016

Spiego meglio per i non udenti o i non leggenti o qualche maleducato che mi scrive in privato sulla questione Dovizioso…

Pubblicato da Guido Meda su Martedì 5 aprile 2016