Domenica 11 Dicembre

Milano City Marathon: trionfa Ernest Ngeno

LaPresse/Xinhua

Ernest Ngeno si aggiudica la Milano City Marathon, la tradizionale maratona di Milano organizzata da Rcs Active Team

E’ andata di scena ieri la XVI edizione di Milano City Marathon, organizzata da Rcs Active Team. A trionfare è stato il 20enne Ernest Ngeno, capace di sferrare l’attacco decisivo a cinque chilometri dal traguardo. Ngeno è riuscito a staccare Ishhimael Chemtan che nella lotta per il secondo posto riesce ad avere la meglio di Kenneth Mburu Mungara. Il vincitore dell’edizione 2015 è riuscito ieri  a migliorare il suo primato personale, e quindi il record mondiale over 40  che il 5 luglio scorso, a Gold Coast, aveva portato a 2h08:42. Più staccati seguono Samuel Mwaniki (2h09:45), Evans Korir (2h10:04) e Henry Chirchir (2h11:42). Il pavese Tommaso Vaccina (Cambiasso Risso), iridato 2015 di corsa in montagna lunghe distanze a Zermatt, è 12°: per lui un crono da 2h25:34. Mai in gara Martin Lel, nome altisonante (pluri vincitore a Londra e New York) ma da qualche anno non più ai livelli di un tempo.

Ben più varia è la geografia della gara femminile: nei primi dieci posti salgono sì il Kenia, ma anche Portogallo, Cuba, Marocco, Ungheria, Croazia, Irlanda e ovviamente Italia. E se la semi esordiente Brigid Jepcheschir Kogsei è inavvicinabile (per la 21enne è la seconda maratona in carriera dopo quella di Porto, nel novembre scorso conclusa in un più che normale 2h47:59), dietro seguono la 36enne portoghese Vera Nunes, la cubana Dalin Belmonte, la marocchina Malika Ben Lafkir e l’ungherese, ma italiana d’adozione, Judit Varga. Barbara Bani (New Athletics Sulzano) è nona in 2h58:55. Sono 3719 gli arrivati della maratona, più 2261 staffette.