Sabato 10 Dicembre

Milan, c’è il ‘piano Balotelli’: il Liverpool ringrazia, i tifosi s’infuriano

LaPresse/Spada

Balotelli-Milan, prove di un amore destinato a proseguire: il club rossonero ha già fissato un appunamento con il Liverpool per parlare del futuro di SuperMario

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Balotelli-Milan, prove di nuovo matrimonio “Non lo voglio nella rosa del mio Liverpool nella prossima stagione”. Parole chiare e dirette che non lasciano spazio a interpretazioni o ripensamenti quelle di Jurgen Klopp. Il manager dei Reds ha inserito Mario Balotelli nella black list in vista del prossimo campionato,una situazione che fa felice soltanto il Milan (e Raiola). O per meglio dire una parte del club rossonero. Perché i tifosi, da tempo, sono ormai stanchi degli umori di SuperMario. Ma Galliani no, Galliani ci crede ancora. Tanto che, come svelato dalla Gazzetta dello Sport in edicola quest’oggi, l’amministratore delegato rossonero (d’accordo con il manager del giocatore) ha già stilato il piano per mantenerlo anche la prossima stagione: a fine campionato ci sarà un appuntamento con il Liverpool per capire le (già chiare) intenzioni del club inglese in merito al futuro di Mario.

Foto LaPresse - Mauro Locatelli 03/04/2016 Bergamo ( Italia) Sport Calcio ATALANTA - MILAN Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - Stadio ATLETI AZZURRI D'ITALIA Nella foto: galliani Photo LaPresse - Mauro Locatelli 03 April 2016 Bergamo ( Italy) Sport Soccer ATALANTA - MILAN Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - ATLETI AZZURRI D'ITALIA Stadium  In the pic:

Foto LaPresse – Mauro Locatelli 

Balotelli-Milan, i tifosi dicono no – E i tifosi? Infuriati. E molto. La spaccatura tra le frange del tifo rossonero e la dirigenza del club è ormai nota a tutti, ma la vicenda Balotelli potrebbe rappresentare la punta dell’iceberg: cosa ha fatto ad oggi Mario per meritarsi la conferma al Milan? Un gol contro l’Udinese a inizio stagione e una ottima prova nella gara persa contro la Juventus che è costata l’esonero di Mihajlovic. Tutto qui, niente di più, niente di meno. Troppo poco, sì. Ma certi amori in casa Milan non sembrano finire mai, nonostante la scintilla sia ormai spenta da tanto, troppo tempo.