Domenica 4 Dicembre

Libri (di sport) da leggere: Ex-Storie di uomini dopo il calcio

Cosa succede quando si spengono i riflettori e la palla si ferma?

Si è abituati a entrare in uno stadio gremito di folla osannante, che urla i nomi degli eroi che scendono in campo; gli occhi hanno fatto l’abitudine a quegli striscioni che recitano frasi indimenticabili e promettono fedi eterne; le orecchie sono ormai use a grida isolate, cori da curva, fischietti arbitrali. Poi, improvvisamente, un bel giorno, tutto questo smette di essere ed esistere. Tutto. Non ,più stadi. Non più porte. Non più aree. Non più avversari. Non più giornalisti. Non più tifosi. Non più trasferte. Non più spogliatoi. Nulla. Solo un gran vuoto. Da riempire. Con cosa? Ecco, questo libro di Matteo Cruccu indaga proprio “il dopo”, i giorni in cui si diventa “ex”, gli anni in cui si resta “uomini soli” e non si è più “campioni riconosciuti”. In queste pagine si parla di uomini, che portano questi nomi: Moreno Torricelli, Francesco Flachi, Diego Fuser, Marco Ballotta, Pasquale Bruno, e fra questi nomi ne spicca uno, su tutti: Osvaldo Bagnoli, allenatore del Verona dello scudetto, autore del “miracolo scaligero”, definito da Gianni Brera “Schopenhauer” per la sua vena “pessimista”. Ex: storie di uomini che partono da un gesto, semplice quanto difficile: appendere gli scarpini al chiodo.

Ex- Storie di uomini dopo il calcio, Baldini&Castoldi