Domenica 4 Dicembre

Lazio, la pazza idea di Veron: “io presidente e Simeone allenatore”

Lapresse/ Marco Rosi

Juan Sebastian Veron fa sognare i tifosi della Lazio: “io presidente? Se c’è bisogno di una mano… i soldi non contano”

Poche parole che bastano per far alimentare i sogni dei tifosi biancocelesti. Che tra i tifosi della Lazio e il patron Claudio Lotito i rapporti siano ai minimi storici da tempo è cosa ormai nota: un amore mai sbocciato, con il presidente biancoceleste più volte invitato a cedere la squadra. Acquirenti? Uno farebbe impazzire il pubblico dell’Olimpico, Juan Sebastian Veron. “Non lo nego, a me piacerebbe. I soldi non contano, se c’è bisogno di una mano… mi piacerebbe essere il presidente, magari con Simeone come allenatore”, parla così l’ex trequartista argentino della Lazio nel corso di un’intervista rilasciata a “Il Messagero”. Veron che sembra avere le idee chiare anche sugli altri nomi che potrebbero comporre la dirigenze: “Direttore sportivo? Uno fra Nedved, Almeyda o Nesta. Bisogna avvicinare la famiglia alla Lazio, Mihajlovic sarebbe una buona scelta ma il dirigente deve accompagnare l’allenatore”. Un progetto da sogno, almeno per i tifosi!