Sabato 10 Dicembre

La principessa e il playboy, Carolina e il Campione: una storia d’amore irresistibile

Angeli / Lapresse

Carolina e Guillermo: l’amore fra una principessa e un campione di tennis

Era il 1982. E s’era di Giugno. Un fotografo appostato scattò delle foto. E le rivendette ai giornali “gossippari” di tutto il mondo. Su quelle pagine, il mondo intero venne a scoprire una storia d’amore incredibile, illegale, irresistibile. Tutto nacque su di un campo da tennis. In terra rossa. A Montecarlo. Principato di Monaco.

Angeli / Lapresse

Angeli / Lapresse

La protagonista della “love story” era proprio una principessa, una di quelle vere: Carolina di Monaco, all’epoca venticinquenne, irrequieta e ribelle. Il suo “lui” era un campione di tennis. Un campione playboy, argentino. Guillermo Vilas, uno che aveva un braccio sinistro grosso almeno il doppio del destro, a conferma evidente del fatto che il tennis era sport asimettrico, ai tempi. La principessa e il playboy, Carolina e il Campione: lo scandalo era scoppiato. I due, a dire la verità, sembravano fregarsene. I campi in terra rossa pure. Rimangono a testimonianza dell’amore che fu le foto di allora. Lui in pantaloncini, le cosce enormi; lei in pantaloncini, le gambe perfette.

Angeli / Lapresse

Angeli / Lapresse

La storia purtroppo durò poco. I motivi non sono mai stati chiariti. Guillermo Vilas, sofferente per l’abbandono della principessa monegasca, le dedicò addirittura dei versi: “tu sei partita, e io sono restato nudo e triste come un albero senza rami”. Letti oggi, sono versi di un’innocenza quasi naif, visti i tempi in cui viviamo. Nel 1982, invece, regalarono a Guillermo Vilas, tennista, campione e playboy, l’aggettivo di “poeta”. Altri tempi. Altro tennis. Altre “love stories”!