Giovedi 8 Dicembre

Juventus, Allegri ammette: “se non ci fossimo ripresi dopo Sassuolo, ci saremmo buttati dal ponte”

LaPresse/Spada

L’allenatore della Juventus analizza la vittoria sul Milan, facendo i complimenti agli avversari per la prestazione

La Juve non è da scudetto, almeno per il momento. Lo ha detto Massimiliano Allegri ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria per 2-1 contro il Milan: “innanzitutto 76 punti non bastano – ha sentenziato l’allenatore dei campioni d’Italia – è questione di numeri, se la Roma le vince tutte può arrivare a 84. La quota scudetto credo che sarà definita tra due domeniche. Adesso abbiamo due giorni di riposo, i ragazzi sono stati bravi a non rovinarmeli, e poi penseremo alla prossima partita“.

Lapresse/Badolato

Lapresse/Badolato

Allegri ha poi aggiunto: “c’è da fare i complimenti al Milan perchè a fatto una bella partita, ha trovato un Buffon che ha fatto una parata strepitosa e poi dopo la squadra ha giocato“. E, a proposito di Milan, Allegri ha parlato a lungo con l’ad Galliani: “con lui ho un ottimo rapporto. Non è che perchè ora sono allenatore della Juventus non posso avere un ottimo rapporto con le persone con cui ho lavorato. Mi ha fatto i complimenti. Con lui e con il presidente abbiamo vissuto tre anni e mezzo insieme“. Tornando alla parata di Buffon, Allegri ha detto: “direi che dopo il record era arrivato il momento che facesse una parata del genere“.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

La Juve ha risolto la gara nella ripresa e Allegri lo ha ribadito nel dopo-gara: “il secondo tempo i ragazzi sono stati molto più bravi, abbiamo allungato i loro difensori e abbiamo avuto un po’ più di controllo della partita anche se all’inizio abbiamo rischiato“. In questa cavalcata trionfale, inoltre “i ragazzi sono stati bravi dalla decima giornata in poi. Il quinto scudetto non è una cosa che capita tutti i giorni, capita quest’anno e poi chissà. Bisogna avere entusiasmo e coraggio. Pensare partita dopo partita e questo che abbiamo fatto dopo Sassuolo. Perchè se non lo avessimo fatto ci saremmo buttati dal ponte. Se è frustrante competere con questa Juve? Non lo so, noi ci siamo messi con calma passo dopo passo dopo Sassuolo. Detto questo, il campionato lo vince una ma il Napoli sta facendo un campionato straordinario. Le prime tre squadre nel girone di ritorno hanno fatto 89 punti sui 108 a disposizione a dimostrazione che è un bel campionato“. (ITALPRESS).