Domenica 11 Dicembre

Inter, doppio schiaffo al Napoli: show dei nerazzurri a San Siro

LaPresse/Spada

L’Inter stende il Napoli grazie alle reti di Icardi e Brozovic e rincorre il sogno Champions. Per il Napoli addio forse definitivo ai sogni scudetto

LaPresse - Spada

LaPresse – Spada

L’Inter batte il Napoli e fa felice la Juventus. L’anticipo serale della 33esima giornata di Serie A sorride alla squadra di Roberto Mancini, che batte 2-0 la formazione di Maurizio Sarri e regala un match point scudetto a Massimiliano Allegri: con una vittoria domani sul Palermo in crisi, i bianconeri possono salire a nove punti di vantaggio sul Napoli quando mancano solo cinque giornate al termine del campionato. Una distanza davvero difficile da colmare. Oltre a chiudere o quasi il discorso scudetto, la vittoria dell’Inter riapre i giochi per la qualificazione alla prossima Champions League. La Roma torna infatti a sognare l’aggancio al Napoli: con una vittoria domani sull’Atalanta i giallorossi si ritroverebbero a tre punti dai partenopei, con lo scorso diretto ancora da giocare. Allo stesso tempo l’Inter può sperare nell’aggancio al terzo posto, obiettivo minimo a inizio stagione, visto che la Roma per una notte è distante soltanto tre punti.

LaPresse / Spada

LaPresse / Spada

Merito dell’ottima gara disputata dalla squadra di Mancini stasera: subito in gol con Mauro Icardi dopo quattro minuti (nonostante le proteste degli uomini di Sarri per un millimetrico fuorigioco dell’argentino sul lancio di Medel), i nerazzurri hanno saputo soffrire nella parte centrale del primo tempo, quando il Napoli ha preso in mano il centrocampo. Attento Handanovic sulle due pericolose conclusioni dalla distanza tentate da Hamsik e Allan, spietato Brozovic al 44′ nel massimizzare lo sforzo dell’Inter nei minuti finali del primo tempo. L’azione del raddoppio nerazzurro nasce dalla disattenzione della difesa partenopea, che si fa trovare fuori posizione e molto distante dalla propria area di rigore. Nella ripresa Sarri prova a scuotere la squadra inserendo Mertens e Ghoulam, ma non cambia modulo. E non cambia neppure lo spartito del match. Ci prova Callejon al volo dopo otto minuti, dall’altra parte va più vicino al bersaglio Jovetic su un pasticcio di Reina, che perde palla in uscita e ringrazia il salvataggio sulla linea di Koulibaly. Solo nell’ultimo quarto d’ora Sarri inserisce El Kaddouri e prova il tutto per tutto, ma Handanovic non rischia nulla. L’Inter vince e riapre la corsa Champions mentre per lo scudetto sembra davvero finita. (ITALPRESS).