Sabato 3 Dicembre

Golf: Steele domina il Valero Texas Open, crolla Molinari

LaPresse/PA

Francesco Molinari cede al Valero Texas Open, torneo in corso a San Antonio, in Texas

Francesco Molinari è scivolato dal nono al 45° posto con 143 colpi (69 75, -1) nel Valero Texas Open (PGA Tour) che si sta disputando sul percorso del JW Marriott TPC San Antonio (par 72), a San Antonio nel Texas.  Alcuni giocatori non sono riusciti a completare il secondo giro, ma non apporteranno variazioni di rilievo alla classifica.

LaPresse

LaPresse

Ha mantenuto la vetta Brendan Steele con 134 (64 70, -10) che, pur avendo rallentato con un 70 (-2), ha tre colpi di margine su Scott Langley, Charley Hoffman e sull’australiano Stuart Appleby (137, -7). In quinta posizione con 138 (-6) Patrick Reed, Ricky Barnes, Ryan Palmer, Jon Curran, Mark Wilson, Peter Malnati e il coreano Sung-hoon Kang e in 12ª con 139 (-5) Brandt Snedeker e l’inglese Luke Donald. Hanno tenuto l’irlandese Padraig Harrington, 19° con 141 (-3), e Keegan Bradley, 30° con 142 (-2), mentre sono rimasti in gara con l’ultimo punteggio utile Zach Johnson e il sudafricano Branden Grace, vincitore la scorsa settimana del RBC Heritage, 60° con 144 (par).

Le condizioni di gioco non proprio ideali sono state accusate da parecchi giocatori dai quali si attendeva certamente di più e che, invece, sono usciti al taglio, caduto a 144 (par): il sudafricano Ernie Els, 80° con 145 (+1), il thailandese Thongchai Jaidee e Bryson DeChambeau, il quale aveva esordito tra i pro con il quarto posto nel RBC Heritage, 109.i con 147 (+3), Phil Mickelson, 120° con 148 (+4), e Jimmy Walker, campione in carica, 142° con 152 (+8).

Brendan Steele, 33enne californiano di Idyllwild vincitore di questo torneo nel 2011, suo unico titolo sul circuito, ha effettuato un cammino un po’ accidentato e ai sei birdie, frutto anche di un putter molto “caldo”, ha aggiunto due bogey e un doppio bogey.

LaPresse/Andrea Negro

LaPresse/Andrea Negro

Francesco Molinari, partito dalla 10ª, ha perso tre colpi sulle prime tre buche (un bogey e un doppio bogey), che poi non è più riuscito a recuperare. Infatti ha messo successivamente a segno cinque birdie vanificati da altrettanti bogey. Di buon mattino il torinese aveva completato il turno d’apertura riprendendo dalla buca 14. L’ha concluso con due birdie e un bogey, dopo i quattro birdie e il bogey prima dello stop (68, -4). Il montepremi è di 6.200.000 dollari dei quali 1.116.000 dollari andranno al vincitore.