Mercoledi 7 Dicembre

Golf: parte bene Francesco Molinari all’RBC Heritage

LaPresse/PA

Inizia col piede giusto Francesco Molinari all’RBC Heritage, torneo attualmente in corso sul tracciato dell’Harbour Town GL

Francesco Molinari, 15° con 69 (-2) colpi, ha iniziato a buon ritmo il RBC Heritage (PGA Tour) sul tracciato dell’Harbour Town GL (par 71), a Hilton Head nel South Carolina, dove sono leader con 66 (-5) l’inglese Luke Donald e il sudafricano Branden Grace.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Ha concesso loro un solo colpo di vantaggio l’australiano Jason Day, numero uno mondiale e tra i pochissimi big che hanno rinunciato alla settimana di riposo rituale dopo il Masters, terzo con 67 (-4) alla pari con Matt Kuchar, con Tony Finau e con lo svedese David Lingmerth. Seguono otto concorrenti al settimo posto con 68 (-3) tra i quali si trovano Charley Hoffman e Johnson Wagner. Il canadese Graham DeLaet ha lo stesso score di Molinari, e si è tradotto in un 70 (-1), per la 25ª piazza, il primo giro da professionista di Bryson DeChambeau, vincitore dell’ultimo U.S. Amateur e miglior dilettante ad Augusta (21°).

Hanno viaggiato in par Zach Johnson e il fijiano Vijay Singh, 36.i con 71, hanno un colpo in più il sudafricano Ernie Els e gli inglesi Ian Poulter e Matthew Fitzpatrick, 58.i con 72 (+1), mentre hanno offerto una prestazione decisamente sotto tono Brandt Snedeker, 86° con 73 (+2), il nordirlandese Graeme McDowell, 104° con 74 (+3), e l’inglese Paul Casey, 114° con 75 (+4).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Luke Donald, 38enne di Hemel Hempstead, ex numero uno mondiale con quattro successi nel PGA Tour, sei nell’Europan Tour, due nel Japan Tour e uno in un WGC (Accenture Match Play, 2011), ha messo insieme sei birdie e un bogey.

“Mi sono espresso veramente bene – ha detto – e soprattutto ho colto molti green e ho avuto un ottimo rapporto con il putter, condizione che un golfista desidererebbe avere ogni giorno. Ho giocato con una certa scioltezza, senza stress, in condizioni ottimali, con poco vento che non ha infastidito. Il campo ha subito qualche modifica, ma sostanzialmente non è molto cambiato dagli anni scorsi. La partenza è stata buona e ora mi auguro di poter proseguire su questa strada perché mi piacerebbe tornare a vincere nel PGA Tour dopo quattro anni”.

Branden Grace, 28enne di Pretoria alle prime esperienze nel circuito americano ma con sette successi nell’European Tour e tre nel Sunshine Tour, ha tenuto lo stesso passo di Donald, anche lui con sei birdie e un bogey.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Francesco Molinari, partito dalla 10ª, come già in altre occasioni quest’anno ha avuto un avvio in salita con due bogey di fila. Ha rimediato immediatamente con due birdie in sequenza, ma prima del giro di boa è tornato un colpo sopra par con il terzo bogey di giornata. Cambio di passo nel rientro con tre birdie, senza altre sbavature. Il montepremi è di 5.900.000 dollari con prima moneta di 1.062.000 dollari.