Giovedi 8 Dicembre

Golf: Manassero e Paratore 22esimi in Cina, “buca in uno” e auto in premio per Karlberg

LaPresse/PA

Eurotour: in Cina scatto di Hennie Otto, 22esimi Manassero e Paratore, “Buca in uno” e auto in premio per lo svedese Rikard Karlberg

Il sudafricano Hennie Otto ha tenuto un gran ritmo nel primo giro del Volvo China Open (European Tour) che ha concluso al comando con 63 (-9) colpi sul tracciato del Topwin Golf & CC (par 72), a Pechino in Cina. Hanno offerto una buona prestazione Matteo Manassero e Renato Paratore, entrambi 22.i con 69 (-3).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Il leader ha due colpi di vantaggio sull’austriaco Bernd Wiesberger (65, -7), tre sul paraguaiano Fabrizio Zanotti, sul finlandese Roope Kakko, sul francese Gregory Bourdy  e sullo svedese Peter Hanson (66, -6) e quattro sullo svedese Alex Noren, sull’olandese Joost Luiten e sull’iberico Borja Virto Astudillo (67, -5), due anni addietro sull’Alps Tour (due vittorie) e salito nel circuito maggiore passando per il Challenge Tour nel 2015 (due titoli).

Hanno lo stesso score dei due azzurri anche lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, lo statunitense David Lipsky e l’indiano S.S.P. Chawrasia, mentre hanno ceduto terreno il cinese Ashun Wu, campione uscente, 54° con 71 (-1) alla pari con il thailandese Prom Meesawat, e l’iberico Pablo Larrazabal, 69° con 72 (par). Destinato ad uscire al taglio il coreano Soomin Lee, vincitore lunedì scorso dello Shenzhen International, 144° con 78 (+6).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

In grande spolvero Hennie Otto, 40enne di Boksburg con tre successi nell’European Tour, di cui due ottenuti nell’Open d’Italia (2008, 2014), che ha effettuato il giro con un parziale di 30 (-6) sulla prima metà del tracciato (un eagle e quattro birdie) e di 33 (-3) sulla seconda (tre birdie), senza aver segnato bogey.

I due azzurri hanno iniziato dal tee della buca 1. Tre birdie in uscita per Manassero, che ha trovato il quarto nel rientro prima dell’unico bogey. Paratore, invece, è andato subito in salita con due bogey alla 4ª e alla 5ª buca, ma ha avuto una splendida reazione con cinque birdie nelle successive tredici. Il montepremi è di 2.730.000 euro di cui 450.176 euro andranno al vincitore.

“Buca in uno” –  E’ stata la giornata dei past winner dell’Open d’Italia. Infatti il vincitore dell’ultima edizione, lo svedese Rikard Karlberg, stessa posizione di Manassero e Paratore, ha centrato direttamente dal tee la buca 16 (par 3, metri 194) utilizzando un ferro sette e ha avuto in premio per la prodezza una auto Volvo XC90. E’ stata la 17ª “hole in one” realizzata in stagione sul circuito.