Giovedi 8 Dicembre

Golf: ancora maltempo e gioco sospeso a Shenzhen, bene Manassero

LaPresse/PA

In Cina il maltempo rimane protagonista, terzo giro sospeso. Manassero al 12esimo posto e Paratore al 44esimo nella classifica provvisoria

Ancora gioco sospeso e situazione molto fluida nello Shenzhen International (European Tour) sul percorso del Genzon GC (par 72), a Shenzhen in Cina, dove il terzo giro deve essere portato a compimento da numerosi giocatori.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Matteo Manassero, 12° con “meno 7”, è stato fermato dopo 13 buche (parziale di -2) e comunque sta continuando la sua performance d’alta classifica. Renato Paratore, che invece è riuscito a percorrere 36 buche dopo essere rimasto fermo nella seconda giornata, ha evitato il taglio con un gran 67 (-5) salendo dal 107° al 37° posto e poi tornando un po’ indietro con un 73 (+1) nella terza tornata (44° con 215 – 75 67 73, -1).

E’ continuata la corsa di testa del coreano Soomin Lee, che conduce con “meno 14” dopo 11 buche e che ha due colpi di vantaggio sull’inglese Callum Shinkwin, in club house con uno score di 204 (-12). In terza posizione con “meno 10” dopo 12 buche il sudafricano Brandon Stone e l’inglese Lee Slattery e in quinta con “meno 9” il francese Alexander Levy (13ª), l’irlandese Paul Dunne (12ª) e l’olandese Joost Luiten (11ª). Manassero ha la compagnia dello spagnolo Alvaro Quiros, che ha giocato una buca in più (14ª), l’altro iberico Miguel Angel Jimenez è 22° con 211 (-5), lo statunitense Bubba Watson 32° con “meno 4” (15ª) e sono quasi in coda l’indiano S.S.P. Chawrasia, 50° con il par (15ª), e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, campione uscente, 58° con “+1” (15ª).

Andatura prudente di Soomin Lee, 23 anni, professionista dal 2014 e membro dell’Asian Tour dove non ha vittorie, che ha segnato un birdie e dieci par. Manassero ha accusato un bogey alla quarta buca, poi ha realizzato tre birdie di fila dalla 11ª alla 13ª prima dello stop.

paratoreParatore è ricorso alla sua classe e con un gran 67 (-5, cinque birdie) si è tirato fuori dai guai, poi è seguito un 73 (+1) con tre birdie, due bogey e un doppio bogey in cui ha inciso anche un po’ di stanchezza. Il montepremi è di 2.470.000 euro dei quali 412.353 andranno al vincitore.