Domenica 4 Dicembre

Giacobbe Fragomeni: ex pugile, ora naufrago tatuato

I tattoo polinesiani di Giacobbe Fragomeni, che proteggeranno Giacobbe nel suo passaggio dal ring all’isola

La caratteristica di Giacobbe Fragomeni sul ring, davanti agli avversari di turno, non era certo il colpo da KO. E nemmeno il gioco di gambe alla Ali. Nossignore.

LaPresse/Marco Lussoso

LaPresse/Marco Lussoso

La caratteristica di Fragomeni era quella di sfiancarti, di non mollare mai la presa, di continuare a venirti incontro, addosso, contro. Dalla prima all’ultima ripresa. Senza lasciare mai un momento di respiro. Era la costanza la caratteristica di “Giaco” sul ring. Una costanza figlia della sua vita. Saper aspettare. Anche quando le cose vanno così così, anche quando vanno male, anche quando vanno peggio, e mai abbassare la testa. Sempre avanti. Fin quando l’avversario di turno cede, schianta, collassa mentalmente.

giacobbe fragomeniQuesta sembra essere anche la sua strategia all’Isola. Aspettare che i “fighetti” si scannino sulle “cazzate” per poi entrare in scena: quando il gioco si fa duro, i duri entrano in scena. E così, adesso che è al televoto, ci aspettiamo un Giacobbe più deciso. Di certo non arrendevole. Saranno giorni importanti per Giacobbe Fragomeni sull’Isola. A proteggerlo ci saranno i suoi tattoo polinesiani, che gli adornano il corpo da guerriero di mille battaglie, come riconoscimenti di guerre combattute con valore. Ci auguriamo di vedere ancora per un po’ il Guerriero Giacobbe in questa edizione dell’Isola. Famosi o non famosi, la verità, prima o poi, viene sempre a galla.