Domenica 11 Dicembre

F1, Sebastian Vettel a muso duro: “c’è qualcosa che non va!”

LaPresse/Photo4

Sebastian Vettel ribadisce di non essere d’accordo con la decisione di mantenere il nuovo format di qualifiche

La stagione 2016 di F1 è finalmente entrata nel vivo. Dopo la bellissima gara di Melbourne, che ha visto trionfare Nico Rosberg seguito da Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, i piloti si preparano a scendere in pista oggi per le prime sessioni di prove libere in Bahrain. A creare scompiglio e dissapori è ancora il nuovo format di qualifiche, rimasto invariato. Nella conferenza stampa dei piloti tenutasi ieri pomeriggio, tutti si sono detti d’accordo nel voler intervenire, dare il proprio contributo, dire la loro per quanto riguarda le decisioni più importanti da prendere nel Circus.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Tra coloro che le nuove qualifiche proprio non le digerisce c’è Sebastian Vettel: “sono davvero contrariato del mancato cambiamento“, ha dichiarato il tedesco. “Mettiamola così se sei un venditore di gelato alla vaniglia e tutti quelli che entrano nel tuo negozio ti chiedono gelato al cioccolato, pare abbastanza ovvio che alla riapertura venderai gelato al cioccolato. Invece alla riapertura si continua a vendere gelato alla vaniglia… Di solito si fa in base a come desidera il cliente, ma se si fa l’esatto opposto è qualcosa di cui non si dovrebbe andare orgogliosi“, ha aggiunto il ferrarista.

LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

Se tutti sono contrari a qualcosa e si continua a farla… Le qualifiche sono solo un esempio che c’è qualcosa che non va. Lo facciamo alla luce del sole bisogna ripensare quello che stiamo facendo. Ovvio che tutto non cambia con una lettera perché è difficile fare proposte. Noi non abbiamo fatto proposte, abbiamo solo specificato che c’è qualcosa che non va bene e qualcosa deve cambiare. L’obiettivo è migliorare la situazione e il processo decisionale“, ha continuato il pilota della “Rossa”. Vettel si sofferma poi sulla gara di domenica: “vedremo la stessa Ferrari, lo stesso telaio di Melbourne, dove l’anno scorso non abbiamo fatto una delle nostre gare migliori. Quest’anno siamo più competitivi, possiamo dire di essere più vicini, ma abbiamo anche gomme diverse, il clima è molto differente, è difficile fare previsioni. Quel che è certo è che stiamo lavorando molto”.