Lunedi 5 Dicembre

F1 – Le ammissioni di Vettel: “pensavo fosse tutti finito, secondo posto il massimo che si poteva fare”

LaPresse/Photo4

Sebastian Vettel commenta lo scontro alla prima curva con il compagno di scuderia Raikkonen: il pilota della Ferrari sembra comunque soddisfatto dalla gara

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Una lunga fuga che vale la terza vittoria stagionale, la sesta di fila contando anche le ultime tre affermazioni della scorsa stagione. Nico Rosberg continua il suo clamoroso inizio di stagione, mettendosi in tasca anche il Gp di Shanghai grazie ad una prestazione sublime e senza sbavature. Seconda posizione per Sebastian Vettel che riscatta lo zero del Bahrain tornando sul podio davanti ad un super Kvyat, capace di mettersi alle spalle il compagno di squadra Daniel Ricciardo e Kimi Raikkonen. Niente da fare, invece, per Lewis Hamilton a cui non riesce la super rimonta e deve accontentarsi di un anonimo settimo posto, alle spalle anche di Felipe Massa.

raikkonen vettel ferrari“Il contatto al primo giro è stato deludente – le parole rilasciate da Sebastian Vettel ai microfoni di Sky Sportma per fortuna la macchina è rimasta intatta: pensavo dovessi tornare ai box già all’inizio, avevo lo sterzo decentrato. Queste sono le gare, quando tocchi una macchina della tua stessa Scuderia è un peccato: il contatto ha quasi distrutto la mia gara, cosa che ha fatto con quella di Kimi, ma alla fine siamo stati fortunati a continuare: con Kimi cercavano di superarci vicenda, non c’era spazio e ci siamo toccati. Poteva andarmi peggio, la safety car mi ha aiutato, però ammetto che è stato divertente: tanti sorpassi, una rimonta incredibile. Dopo la prima curva pensavo che la gara fosse finita, rovinata, è stato un momento sfortunato: il secondo posto è stato il massimo che si poteva ottenere. Abbiamo fatto un’ottima strategia, superato Dani ai box: dopo la follia del primo giro è stata una grande gara. Adesso speriamo che in Russia vada tutto più liscio.