Domenica 4 Dicembre

F1, l’approvazione del nuovo format di Qualifiche è in mano a tre team: ecco quali

LaPresse/Photo4

Oggi ci sarà l’attesa riunione dei team per decidere il destino del format di Qualifiche: serve l’unanimità ma ancora mancano i ‘si’ di Red Bull, McLaren e Williams

Il format delle Qualifiche di Formula 1 continua a far discutere. I primi due Gran Premi sono ormai in archivio, la situazione resta critica in vista dell’appuntamento di Shanghai del prossimo fine settimana, dove il sistema per definire la griglia di partenza potrebbe essere stravolta. Tutto si deciderà oggi.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Dopo la riunione avvenuta a Sakhir domenica scorsa, i team principal delle varie scuderie si sono datti appuntamento per questo pomeriggio per prendere una decisione definitiva sulla questione, chiudendo definitivamente questa vicenda. Serve l’unanimità dei team per mettere nero su bianco l’ultima proposta riguardo le prove ufficiali – o qualifiche aggregate – e il successivo via libera di Jean Todt e Bernie Ecclestone. Gli unici dissidenti sarebbero Red Bull, McLaren e Williams, il cui ‘no’ ha fatto si che il nuovo format non venisse approvato. Secondo il vice-team principal della Force India, Bob Fernley, tutto dipenderà sempre da queste tre scuderie, senza il loro assenso non ci sarà nessun ribaltone: “ci sono tre team che hanno attualmente in mano le sorti del format delle Qualifiche.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Se questi dovessero approvare la nuova proposta, gli altri team dovrebbero essere allineati con loro e il primo ostacolo verso l’approvazione del nuovo sistema sarebbe superato. Perché, in questo modo, avremmo l’unanimità tra i team. Poi dovremmo aspettare il parere di Todt ed Ecclestone per assicurarci che a loro volta siano d’accordo. Penso proprio che la questione avrebbe potuto essere trattata meglio. I team avrebbero dovuto cercare un compromesso. Sarebbe stata la soluzione migliore“.