Domenica 11 Dicembre

F1, Hamilton ma che combini? Una leggerezza poteva togliergli la pole!

Lapresse/Reuters

Per aver percorso alcuni metri in retromarcia nella pit lane, Lewis Hamilton ha rischiato grosso, venendo punito solo con una reprimenda

Poteva costargli cara, anzi carissima, la manovra posta in essere da Lewis Hamilton nella corsia dei box dopo aver conquistato sul circuito di Sakhir la 51esima pole della sua carriera. Il pilota britannico, infatti, ha percorso con il motore accesso un tratto di pit lane in retromarcia, manovra vietata dall’articolo 28.3 del Regolamento Sportivo della FIA.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Dopo un’attenta valutazione dell’accaduto, il collegio dei commissari sportivi ha deciso di non intervenire in maniera diretta contro Hamilton, punendolo con una semplice reprimenda senza compromettere la sua gara. L’ago che ha fatto pendere la bilancia a favore del pilota britannico è stato il fatto che non si è trattato di una manovra pericolosa come ha spiegato lo stesso Hamilton: “ho rallentato davanti alla linea del limite di velocità  e sono andato a bassa velocità cercando di capire dove dovessi andare. Di solito c’è un addetto che indica dove andare. Questa volta non c’era nessuno, o comunque non mi stava guardando. E’ per questo che ho pensato che forse avrei dovuto andare ancora, ma non ho trovato nessuno che mi indicasse cosa fare. Quando sono arrivato nella zona blu ero arrivato dove si fa la foto della pole e allora ho messo la retro e poi mi sono fermato davanti al garage dove sono andato a pesarmi“.