Venerdi 2 Dicembre

F1, felicità o imbarazzo? Vincendo a Shanghai, Rosberg si regala un record poco invidiabile

LaPresse/Xinhua

Con il successo raccolto in Cina, Nico Rosberg è ora il pilota che ha centrato più vittorie in F.1, ben 17, senza essere riuscito a vincere nemmeno un titolo mondiale.

Perfetto, imprendibile e… fortunato. Si, c’è bisogno anche di un pò di fortuna per chiudere le prime gare della stagione in testa, totalizzando 75 punti su 75 senza la benchè minima sbavatura. Nico Rosberg veleggia incontrastato al comando della classifica piloti, forte di una Mercedes mostruosa e di una maturazione al volante che, in questa stagione, ha raggiunto picchi davvero inimmaginabili.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Tuttavia, questo numero impressionante di successi, sei consecutivi contando anche le ultime gare della scorsa stagione, portano in dote al pilota tedesco anche un primato davvero poco invidiabile. Con l’affermazione del Gp della Cina, Rosberg è ora il pilota che ha centrato più vittorie in F.1, ben 17, senza essere riuscito a vincere nemmeno un titolo mondiale piloti. Nico ha passato Stirling Moss, il quale comandava questa speciale classifica da molti anni a questa parte. Un numero che è destinato ad aumentare, dal momento che la Mercedes resta una spanna sopra le avversarie, incapaci di colmare quel gap creatosi da due stagioni a questa parte. L’unico in grado di poter contendere questo record a Rosberg è Felipe Massa, fermo a 11 ma ancora in attività.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Gli altri sono tutti ex, a partire da David Coulthard, terzo e fermo a quota 13, e Carlos Reutemann quarto a 12. I presupposti per tirarsi fuori da questo poco invidiabile primato ci sono tutti, Nico Rosberg dovrà essere in grado di sfruttare i momenti favorevoli e volare verso il titolo, sempre che il compagno di squadra Lewis Hamilton glielo permetta. Sarà una battaglia senza esclusione di colpi!