Domenica 11 Dicembre

F1, Ecclestone critica il dietrofront sulle Qualifiche: “volevamo solo maggiore spettacolo”

LaPresse/PA

Il boss della Fom torna sulla decisione presa dalla Fia, sottolineando i motivi che avevano portato al nuovo sistema di Qualifiche

Il braccio di ferro tra Bernie Ecclestone e i team di Formula 1 sulla questione Qualifiche è stato vinto, come trapelato ieri, dalle scuderie, capaci di convincere Jean Todt e il boss britannico a mettere in soffitta il sistema ‘knock out’ per tornare al format del 2015.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

“La gente si è dimenticata che quello che abbiamo provato a fare era cambiare un po’ le carte in tavola perché lo spettacolo attuale non era così esaltante” sottolinea Ecclestone dopo quanto deciso ieri dalla FIA. Aumentare lo spettacolo è sempre stato l’obiettivo principale del boss della Fom che, analizzando la situazione attuale, si mostra ‘contento’ per i problemi occorsi ad Hamilton in questo inizio di stagione: “Lewis ci ha aiutato un po’ in questa stagione, steccando le partenze nelle prime due gare e la Ferrari sembra essere sulla giusta strada, forse qualcosa cambierà. Modifiche in futuro? A meno che non riusciamo a convincere tutti i team, non sarà per niente facile”.