Giovedi 8 Dicembre

F1: che meraviglia Stoffel Vandoorne, il debuttante che ha oscurato Button

LaPresse/Photo4

L’esordiente pilota della McLaren-Honda ha chiuso con un sorprendente dodicesimo posto le qualifiche di ieri, precedendo il compagno di squadra Button

Di stoffa ne ha eccome, del resto non è da tutti vincere il campionato di GP2 con ben due gare di anticipo, ma che avrebbe fatto faville con la McLaren-Honda senza averla mai guidata in pochi se lo aspettavano. Stoffel Vandoorne continua a far parlare di sé, sorprendendo il paddock per la personalità e l’adattamento dimostrare ieri sul circuito di Sakhir.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

La dodicesima posizione in griglia è un segnale che di questo pilota olandese si sentirà parlare, non solo per essere stato il sostituto di Fernando Alonso, ma anche per le sue qualità, espresse tutte quante in questi due giorni in Bahrain. “Credo di poter essere felice del risultato di oggi – ha commentato Vandoorne – mi sentivo a mio agio con la monoposto, e la messa a punto fatta sul setup nelle prove libere ha dato i suoi frutti. Ero fiducioso prima delle qualifiche, ed in Q2 ho completato un giro pulito, senza errori. Ovviamente ho ancora margini di miglioramento, ma sono soddisfatto di come è andata, è una bella sensazione. Ma il lavoro più importante è quello che dovrò fare in gara. Onestamente non ci ho pensato molto, viste le tante cose nuove con cui ho dovuto familiarizzare, ma adesso posso tirare il fiato e concentrarmi sul lavoro che mi attende con i miei ingegneri. Credo di poter essere molto contento di questo mio esordio in F.1, non potevo desiderare di meglio”. Infine Vandoorne sottolinea: “non voglio fare previsioni – ha commentato col sorriso Stoffel – le qualifiche sono andate bene, ma ora vediamo quali sono le previsioni del team per la gara. Da parte mia sono fiducioso di poter fare una buona corsa, ma bisogna essere prudenti”.