Martedi 6 Dicembre

Ducati: superba superbike

LaPresse/EFE

Il petto dei Ducatisti si gonfia d’orgoglio

È stato un fine settimana motoristico a due ruote in cui il colore rosso ha regalato le emozioni più forti. Nel bene e nel male la Ducati è stata grandissima protagonista, sia in SBK che in MotoGP. In SBK ha vinto con Chaz Davies entrambe le gare, dominando in maniera superba, tanto che verrebbe da giocare con le parole, sulle ali dell’entusiasmo, definendo la gara di Ducati e Davies “Superba-Superbike”.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

La Panigale, che gli americani e gli inglesi continuano a chiamare “Panigheil”, con due scarichi e il classico motore che non delude mai, in pista, comandata dal 29enne gallese, ha fatto sognare chi da sempre ama le rosse desmo. Cosa volere di più, in effetti? Chaz sembrava di un altro pianeta. Arrivava con la sua numero 7 e pareva che le “verdone” di Rea e Sykes fossero ferme al semaforo mentre lui le sorpassava. Chaz Davies, con la sua “basletta” pronunciata, ha di nuovo fatto gonfiare il petto ai ducatisti, facendo riprovare quel sentimento di orgogliosa appartenenza a un club privato fatto di storia, passione, unicità. Spiace per l’altra guida Ducati, ma Giugliano si deve dare una svegliatina, visto anche il “compagno di stanza”. I prossimi appuntamenti della SBK sembrano sorridere alle moto di Borgo Panigale, tanto che le affermazioni di Chaz Davies, a fine gara, spalancano possibili orizzonti di gloria: “adesso arrivano altre piste che ci sono favorevoli, il bello comincia adesso”. E allora, tutti pronti, a tifare per il desmorombo Ducati. Fra due settimane si corre ad Assen. E a subito dopo il motorhome SBK ed i suoi eroi arriveranno ad Imola. C’è da leccarsi i baffi…